Russia. La storia di Polina. Ricerca condotta sui minori in affido che ritornano negli istituti

Secondo le statistiche sono più di 6000 i bambini che ogni anno tornano negli istituti dopo aver vissuto con famiglie affidatarie. Negli ultimi 3 anni la restituzione dei minori negli istituti è aumentata di ben 2 volte.

Polina è una bambina di Mosca, con un padre in prigione per furto che non è riuscito neanche a vederla nascere e una madre di 17 anni, alcolista, dedita allo spaccio e all’ uso di  narcotici, incapace di prendersi cura di lei.

Polina è stata data in affido due volte.

Con la prima famiglia ha vissuto per ben 7 anni sino a quando il padre, uscito di prigione, ha dichiarato di voler provare a prendersi cura di lei.


Dopo qualche tempo, la piccola è stata nuovamente riportata in istituto e poi di nuovo data in affido, ma questa volta essendo Polina ormai considerata una bambina “grande” la vita in famiglia è durata poco più di un anno e ora per lei si sono nuovamente aperte le porte del centro di accoglienza.

La piccola Polina rappresenta il tipico esempio di minore abbandonato in Russia negli ultimi anni.

A denunciare la sua storia è stata qualche mese fa la testata giornalistica indipendente russa: “Le storie importanti”, in un documentario che voleva accendere una luce sul problema dei minori dati in affido che sperimentano il calore familiare per poi tornare tra le fredde mura di un istituto.

In un video, pubblicato dalla testata indipendente, Polina racconta:

quando mio papà mi ha ripresa dalla famiglia alla quale ero stata affidata, ho pianto ed ero spaventata, perché non è un papà quello che sta con tua madre e ti mette al mondo ma quello che ti rimbocca le coperte la sera e che ti legge le storie. Io avevo tanta paura di stare con quest’uomo che per me era un estraneo appena uscito di prigione. La casa era vuota, lui stava male, mi spaventava tutto”.

 E ancora

All’inizio noi bambini pensiamo che l’istituto sia un bell’asilo e un parco giochi h 24. Poi col passare del tempo ci rendiamo conto che è una prigione, senza sapere cosa sia una prigione. Noi bambini siamo tristi, molto tristi…”

Secondo le statistiche sono più di 6000 i bambini che ogni anno tornano negli istituti dopo aver vissuto con famiglie affidatarie. Negli ultimi 3 anni la restituzione dei minori negli istituti è aumentata di ben 2 volte.

Intanto Polina ora è in affido ad una terza famiglia che la terrà sino a 18 anni e anzi, come sperano tutti, Polina e famiglia compresa, anche oltre…