Adozione internazionale: gli enti aiutano le coppie ad organizzare il viaggio all’estero e la scelta dell’alloggio?

Buon giorno, siamo Elsa e Francesco e stiamo muovendo i primi passi nel mondo dell’adozione internazionale. Non siamo grandi viaggiatori, quindi ci spaventa un pochino la fase del viaggio all’estero. Ci chiedevamo, per esempio, se la coppia sia supportata nell’organizzazione del viaggio e nella scelta dell’alloggio. Grazie dell’aiuto che vorrete darci.

Elisa e Francesco

Carissimi Elsa e Francesco,
grazie di averci scritto e di aver posto questa domanda, che probabilmente molte coppie si fanno, e che ci dà l’occasione per parlare di una parte fondamentale del percorso adottivo: organizzare il viaggio!

Quando finalmente l’abbinamento arriva e tutti i documenti per la partenza sono pronti, infatti, c’è solo una cosa da fare: partire per poter abbracciare i nostri figli!

Ma il viaggio all’estero è una delle fasi più delicate dell’iter adottivo, per questo crediamo sia fondamentale supportare la coppia, per quanto possibile, in tutto e per tutto, in modo da lasciarla concentrata sulle cose importanti: l’incontro con i propri figli e la creazione della nuova famiglia.


In generale posso dirvi che alcuni Enti gestiscono in toto o in buona parte il viaggio, altri lasciano alle coppie autonomia completa nell’organizzazione.
Ci sono Paesi che impongono una certa organizzazione, altri che lasciano liberi di andare ad alloggiare dove si vuole, nei limiti del possibile.
Per farvi un esempio, la Cina prevede tappe molto ben organizzate, ma “obbligate”: quell’albergo, quel residence… ; il sud America indica solo zone più adatte alla permanenza di una famiglia, ma lascia liberi di prenotare l’albergo o l’appartamento che si desidera.
Da qui un’ulteriore domanda: come trovare l’albergo giusto? Come sapere se quell’appartamento è adatto a noi? Ecco che entra in gioco il ruolo dell’Ente.

Gli Enti Autorizzati hanno esperienza dei Paesi in cui lavorano, conoscono le diverse zone delle città e i loro possibili pericoli, hanno sperimentato alberghi e appartamenti, a volte hanno anche particolari convenzioni.
Ai.Bi. accompagna le coppie adottive verso l’incontro con il proprio figlio in ogni fase del percorso, pertanto non abbandona mai i due genitori adottivi, tantomeno nel periodo da trascorrere all’estero.

Grazie al supporto di un accordo decennale con un’Agenzia viaggi italiana e dei suoi rappresentanti all’estero, Amici dei Bambini proporrà alle coppie una sorta di “pacchetto” comprendente il volo e l’alloggio sul Paese. Per quanto riguarda il primo, la nostra Agenzia è ormai avvezza a tutte le necessità delle coppie e agli imprevisti dell’adozione internazionale; pronta, dunque, a cercare un cambio volo il più favorevole possibile alle necessità della famiglia e anche alle sue tasche, a offrire un’Assicurazione per adozione, a essere chiamata nel mezzo della domenica per fare una prenotazione imprevista! Relativamente al soggiorno, i nostri rappresentanti preparano un vero e proprio Vademecum comprendente spostamenti interni, auto con autista (se necessario), proposte di alberghi e appartamenti che siano ideali per le esigenze di una famiglia appena formata.

E se la famiglia invece volesse organizzarsi da sé con un’Agenzia di fiducia e/o con siti di ricerca alloggi? Per quanto possibile, liberissima di farlo, con l’unica preghiera di condividere le scelte con l’ente per una finale approvazione.

Quindi, carissimi, in bocca al lupo per il vostro Viaggio. Che sia il più spensierato e straordinario possibile!