Adozione Internazionale in Sud America. Per il soggiorno all’estero può rimanere solo una persona della coppia?

Cara Ai.Bi.,

siamo una coppia che ha terminato i colloqui con i servizi per la Adozione Internazionale, ora dobbiamo sostenere il colloquio con un giudice del tribunale per i minorenni; stiamo esaminando un po’ le caratteristiche dei vari paesi stranieri per capire dove poter andare ad accogliere nostro figlio. Ci piacerebbe essere indirizzati verso i paesi del Sud America ma abbiamo visto che i tempi di permanenza in genere sono abbastanza lunghi: dai due mesi in su. Abbiamo una domanda: ci sarebbe eventualmente la possibilità che sul Paese possa rimanere una sola persona?

Grazie

Maria e Paolo

Carissimi,


è vero che i paesi del Sud America, per la Adozione Internazionale, richiedono un periodo di permanenza piuttosto lungo dovuto alla opinione (per altro corretta) che questo lungo tempo sia un’occasione speciale per poter vivere insieme e formare una famiglia già nel paese straniero. In effetti alla fine di tale periodo il nucleo familiare che torna in Italia manifesta un affiatamento totale. Sono consapevole che il soggiorno richiesto è lungo e che gli impegni lavorativi spesso non lo consentono ma occorre vederne i lati positivi. Nel caso in cui proprio non dovesse esserci la possibilità di rimanere entrambi, occorre comunque chiedere il permesso al giudice del tribunale: sarà lui a valutare l’opportunità di concedere che uno dei due possa rientrare in Italia prima che tutto sia concluso. In alcuni paesi occorre comunque che il tribunale abbia emesso la sentenza di adozione, ma questo dipende da paese a paese.

Spero di esservi stata utile, cordialmente.

Irene Bertuzzi

Ufficio Adozioni Internazionali – Ai.Bi. – Amici dei Bambini