“Non lo sanno quei signori che non è bello stare negli istituti?”: parola di bambino abbandonato

“Ma i bambini che sono rimasti soli?”. È mia figlia minore che, con la sua logica ferrea va subito al nocciolo della questione; poco le importano le spiegazioni sulle leggi e la burocrazia internazionale.
Tesoro, i bambini rimangono negli istituti fino a che non si risolve la cosa”. Mentre mi escono le parole di bocca, mi rendo conto della durezza dell’affermazione e cerco di spiegare, di dare speranza: “Non è la prima volta che succede. E’ capitato anche in altri Paesi, ma poi, dopo un periodo, le adozioni sono riprese regolarmente.”
Mia figlia mi guarda con le sopracciglia aggrottate, alza la voce: “Ma i bambini non possono stare lì. Non lo sanno quei signori che non è bello stare negli istituti?Mica si sta bene!”
L’articolo de Il Sole 24 ore a cura di Stefania Vadrucci per la rubrica “In famiglia”