BAMBINIxLAPACE. Formare gli animatori: un’attività fondamentale per un servizio a misura di bambino

Fare l’animatore non significa solo giocare. Fare l’animatore vuol dire anche garantire sicurezza e protezione a chi entra nella Ludoteca

Molti credono che per andare a giocare con i bambini basti la buona volontà e un po’ di empatia. Molte persone, tra studenti, adulti e anziani, si propongono per passare del tempo libero insieme ai bambini, dichiarandosi “idonei” in quanto “non serve fare università per poter giocare con i bambini”.

Animatori formati e consapevoli

È vero, in Moldova non esiste un’apposita facoltà per fare l’animatore, però esistono delle regole che chiunque entri in contatto con un bambino deve rispettare, soprattutto quando si tratta di bambini vulnerabili, come sono, in questo momento, i bambini ucraini in fuga dagli orrori della guerra.
Quali sono i segni di vulnerabilità di un bambino? Quando ci dobbiamo allertare? Cosa dobbiamo e possiamo fare? A chi segnalare e come verificare se la situazione di criticità sia stata risolta? Queste e tante altre domande sono state discusse durante la riunione del gruppo di animatori di Amici dei Bambini – Moldova che sono attivi presso la Ludoteca del PUNTO BLU (Blue Dot) di UNICEF, gestito in collaborazione con Terre des Hommes-Moldova.
Infatti, gli 8 animatori hanno studiato bene e sottoscritto la “Safeguarding Policy” con cui si obbligano ad essere molto attenti al benessere dei bambini presenti nella Ludoteca, rapportando ogni minimo sospetto di abuso e/o trascuratezza, alle autorità responsabili.

L’evento formativo ha costituito anche un momento di incontro di tutta l’equipe di animatori (che da un mese non si è mai incontrata di persona!), lasciando spazio per una migliore conoscenza personale e per l’apprendimento di nuovi giochi all’aperto, che saranno molto apprezzati dai bambini che li aspettano al MoldExpo.

Sostieni anche tu la campagna di Ai.BI. BAMBINIXLAPACE

Ai.Bi. fin dall’inizio del conflitto, è accanto alla popolazione ucraina in fuga dalla guerra, attraverso la campagna BAMBINIxLAPACE.   Chiunque può partecipare scegliendo una delle varie modalità di aiuto e vicinanza alle famiglie e i bambini ucraini. Perché, ora, il loro futuro dipende anche da te!

EMERGENZA UCRAINADONA ORA