Repubblica Democratica del Congo. Dentro agli orfanotrofi: “Quando lo psicologo diventa il mio amico”  

Momenti di gioco, di dialogo e di rilassamento per favorire la fiducia e la gestione dello stress dei piccoli ospiti negli orfanotrofi Fed e Sodas. È il progetto di sostegno psicologico che Ai.Bi. sta portando avanti in RDC

Per aiutare i bambini accolti negli orfanotrofi Fed e Sodas a recuperare la loro dignità e il loro benessere, Ai.Bi. ha avviato un progetto di sostegno psicologico, finanziato dalla CAI, che coinvolge un’equipe di psicologi e assistenti sociali locali.
Recentemente gli psicologi di progetto hanno ripreso a fare visita regolarmente ai bambini accolti nei due gli orfanotrofi.
Un motivo di gioia per i bambini. Infatti, i tre psicologi sono ben conosciuti, perché facevano parte dell’equipe nella fase precedente del progetto finanziato dalla CAI.

La nuova fase del progetto

Sono stati organizzati momenti di gioco alternati a esercizi di rilassamento. Questi ultimi molto apprezzati in particolare dai più piccoli che si divertono nel cercare di dare un ritmo calmo alla propria respirazione.
Sono stati immediatamente presi in carico alcuni casi di minori che stanno attraversando un periodo difficile.
Inoltre, si è svolta una analisi da parte di tutta l’equipe, psicologi e assistenti sociali, dei risultati scolastici del primo periodo dell’anno scolastico.
Si sono confrontati i risultati con quelli degli anni precedenti per identificare chi ha avuto forti diminuzioni nei propri voti, mentre si cercano soluzioni per ha delle insufficienze.

Le proposte

Tra le proposte fatte dall’equipe, c’è quella di facilitare il contatto telefonico tra i bambini e le loro famiglie di origine, se possibile. Molti bambini, infatti, non hanno notizie dei loro cari da molto tempo, e vorrebbero sentirli o rivederli. Questa attività, però, presenta delle difficoltà, dato che molte famiglie non hanno il telefono, e di molte altre si sono perse le tracce.

Sostieni i progetti di Ai.Bi. in Repubblica Democratica del Congo

Chiunque può dare il proprio contributo per sostenere anche queste attività che Ai.Bi. porta avanti nella Repubblica Democratica del Congo, sia con una donazione una tantumoppure, per dare maggiore continuità al proprio impegno, decidendo di aderire al progetto “adotta a distanza i bambini degli orfanotrofi del Congo”.
Tutte le donazioni ad Ai.Bi., compresa l’Adozione a Distanza, godono delle seguenti agevolazioni fiscali.