Kenya. Con l’Adozione a Distanza di Ai.Bi. Brian è rinato: da bambino di strada ‘sniffatore’ di colla a mini imprenditore

Brian è nato da una famiglia molto povera nella slum di Korogocho, a Nairobi. Ha 4 fratelli e due sorelle e i loro genitori hanno sempre fatto molta fatica a mantenerli e a dargli uno stile di vita che li facesse sentire al sicuro. Un giorno, Brian è scappato di casa e per sei anni ha vissuto in strada, un’alternativa che gli era apparsa migliore di fronte alle difficoltà vissute con la sua famiglia. Ma la vita in strada è stata tutt’altro che migliore…Mendicava e rovistava nelle pattumiere per trovare qualcosa da mangiare  e per cercare di soddisfare altri bisogni primari, come dei vestiti o una coperta per il freddo. Abusava di diverse sostanze, come la colla, che dice gli davano una forma di conforto e alleviavano sentimenti negativi.

Nel 2003, dopo aver incontrato un assistente sociale di Kwetu Home of Peace, ha deciso di andare a vivere al centro, dove ha potuto seguire un percorso di riabilitazione durato tre anni. Terminata la sua riabilitazione, è tornato dalla sua famiglia, ma la situazione non era diversa da quella che aveva lasciato 9 anni prima. I suoi genitori non avevano come mantenere i loro figli. Brian aveva inoltre contratto un problema alla vista, ma nessuno poteva aiutarlo a pagare le spese mediche in ospedale. La situazione a casa lo ha portato a scappare di nuovo ed è andato a stare con un suo amico.

Nel mentre, Brian proseguiva i suoi studi, riuscendo a completare la scuola primaria nel 2009 con 276/500. Non avendo come pagare la scuola superiore, non ha proseguito oltre i suoi studi ed ha invece cercato un modo per guadagnarsi da vivere. Cosi, ha cominciato a fare una serie di lavori occasionali nella slum di Korogocho, preparando birre locali (changaa).

Oggi Brian è sposato con tre figli, ma crescere i suoi figli si è rivelata ogni giorno una sfida più grande, come era stato per i suoi genitori. Per questo motivo, Brian è stato selezionato tra i beneficiari di Ai.Bi. delle formazioni di life skills e imprenditorialità. Avendo dimostrato una forte volontà di uscire fuori dalle condizioni di precarietà in cui versano lui, sua moglie e i suoi bambini, Brian sarà accompagnato anche in un percorso di inclusione imprenditoriale. Dopo una vita caratterizzata dall’assenza di supporto e di speranza per un futuro migliore, Brian è infinitamente grato di poter partecipare al progetto gestito da Ai.Bi; non solo gli fornisce una nuova rete di supporto composta dagli altri ragazzi che beneficiano dal progetto, ma gli restituisce speranza di poter dare alla sua famiglia, ai suoi figli, una vita e prospettive migliori di quelle che erano state date a lui.

Ecco cosa può fare il Sostegno a Distanza: dare continuità a progetti e attività che Ai.Bi porta avanti con i Centri del Kenya dove sono ospitati tanti bambini e adolescenti che come Brian sono alla ricerca di un riscatto.

Puoi aiutarci in due modi: o attivando un’ Adozione a Distanza di un bambino o attivando un Sostegno a Distanza a favore di una delle comunità del Kenya.

Adotta a distanza questo bambino