Le donazioni del sostegno a distanza sono deducibili?

 

Buongiorno,

sono una vostra sostenitrice a distanza e vorrei chiedervi una delucidazione riguardo le detrazioni fiscali. Le quote versate per il sostegno senza distanza, si possono detrarre nella dichiarazione dei redditi?

Grazie mille

Roberta

deducibilità adozione a distanza

Gentile Roberta,

Assolutamente sì.  Il sostegno a distanza è  una donazione a tutti gli effetti, sebbene continuativa.

Come qualsiasi altra donazione è fiscalmente deducibile dal reddito complessivo del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato; oppure è possibile detrarre dall’imposta lorda il 30% dell’importo donato fino ad un massimo di 30.000 euro.

Facendo degli esempi con la deducibilità, se un donatore avesse un reddito annuo di 20.000 euro, con un sostegno senza distanza da 50 euro al mese e cioè 600 euro annuali, risparmierebbe sulle tasse 162 euro; Se invece avesse un reddito annuo di 30.000 euro risparmierebbe sulle tasse 228 euro.

La detrazione è invece conveniente in casi di redditi bassi: nel nostro esempio, sarebbe più conveniente nel primo caso, con un risparmio di 180 euro, ma non nel secondo.

Requisito necessario per l’agevolazione è la modalità di pagamento che potrà essere effettuata solo con versamento tramite bonifico bancario, bollettino postale, carte di credito e di debito e assegni bancari e circolari. Per poter godere delle agevolazioni fiscali sopra indicate sarà necessario conservare per cinque anni la documentazione comprovante il versamento (bollettino c.c.p., contabile di bonifico, estratto conto bancario).

Inoltre Ai.Bi. spedisce un riepilogo delle somme donate al fine di ricordare al sostenitore stesso quali sono le agevolazioni fiscali di cui potrà godere nella successiva dichiarazione dei redditi.

Per ulteriori informazioni su dove inserire le somme versate nella dichiarazione dei redditi, può cliccare qui.

Speriamo di aver risposto alla sua domanda.

Un saluto

Staff sostegno a distanza