Congo. Orfanotrofio Sodas: 1, 2, 3 stella… E la gioia ritorna nei cuori

Adottare a distanza i bambini di un orfanotrofio significa ridonare loro anche il diritto al gioco e far vivere momenti di felice spensieratezza. Vivi anche tu l’emozione di una Adozione a Distanza

Andare a trovare i bambini all’interno degli orfanotrofi è uno dei “compiti” più frequenti e quasi sempre più graditi da parte dei cooperanti che operano nei Paesi all’estero.

Insegnare 1,2,3, stella ai bambini dell’orfanotrofio Sodas

Elisa, che per Ai.Bi. è in Congo e ha affrontato questa avventura con suo marito, come raccontato anche in un’intervista uscita su Avvenire, non perde occasione per andare dai “suoi” figli che l’aspettano all’interno dell’orfanotrofio Sodas.
Una recente visita al primo dei due per controllare la consegna degli alimenti si è presto trasformata in una occasione per insegnare ai bambini un gioco, tanto “antico” per noi quanto “nuovo” per loro: 1, 2, 3… stella!.

Le regole le conosciamo tutti e, alla faccia delle derive violente alla Squid Game, sulla terra battuta di fronte all’orfanotrofio Sodas c’è stato spazio solo per sorrisi, corse, qualche fisiologica protesta di chi ha fatto mezzo passo di troppo e la spensieratezza che per un attimo, ovunque, un gioco fatto insieme riesce a regalare.
Chiunque, con appena 83 centesimi al giorno, può contribuire a regalare un momento di spensieratezza ai bambini del Sodas, attivando un’adozione a distanza per questo orfanotrofio.

Adotta un orfanotrofio a Distanza