Giorgio Pagliari (Pd): “La paralisi di questa Cai è inaccettabile e scandalosa”

pagliari pdI malumori per la paralisi dell’attività della Commissione Adozioni Internazionali arrivano anche dall’interno del partito del premier Renzi. Lo dimostra l’interrogazione urgente presentata dal senatore del Pd Giorgio Pagliari, in quale, ricordando come negli ultimi anni le adozioni internazionali siano crollate del 50%, chiede “un intervento tempestivo e risolutivo” per risolvere l’attuale stallo della Cai: circostanza che Pagliari non esita a definire “scandalosa” e soprattutto “inaccettabile”. Di seguito riportiamo il comunicato diffuso sul sito dei senatori Pd.

 

Un intervento tempestivo della Presidenza del Consiglio per sbloccare la Commissione sulle Adozioni Internazionali (Cai), che sembra non si riunisca dal 2014. Lo chiede il senatore del Pd Giorgio Pagliari con un’interrogazione urgente, alla quale il governo dovrà rispondere al più presto nell’Aula di Palazzo Madama.


“La Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI) – spiega Pagliari nell’interrogazione  – ha un ruolo fondamentale per la conclusione dell’iter delle pratiche di adozione internazionale. Sono, purtroppo, note le difficoltà e le lungaggini di queste adozioni, troppo spesso caratterizzate da situazioni assurde, come quella di bambini già adottati che non possono uscire dai confini del paese di origine, come purtroppo è accaduto ai bimbi congolesi. Le cronache raccontano della Commissione riunita dalla nuova Presidente solo per la riunione di insediamento due anni fa, con la conseguente paralisi dell’organismo dal 2014. La circostanza, se confermata, non potrebbe che essere giudicata scandalosa, ma soprattutto  inaccettabile, se si tiene conto che, nel frattempo, le adozioni internazionali sono crollate di circa il 50%. Per questo chiedo alla Presidenza del Consiglio quali iniziative intenda  assumere, vista la necessità di un intervento tempestivo e risolutivo”.