Per chi fa ricorso in appello c è  speranza di adottare? Dove?

 

Buongiorno,

il nostro percorso per arrivare ad ottenere il decreto di idoneità è stato abbastanza complesso. I servizi sociali che ci hanno seguito durante la valutazione hanno redatto una relazione negativa purtroppo frutto di incomprensioni e fraintendimenti con la psicologa. Abbiamo fatto ricorso e un CTU ha redatto una nuova relazione positiva che ci ha permesso di ottenere il decreto di idoneità in Corte d’Appello.

Abbiamo quindi iniziato a prendere contatti con gli Enti Autorizzati per decidere a chi conferire l’incarico, ma già due Enti ci hanno comunicato di non poterci accogliere perché non hanno Paesi verso i quali indirizzarci a causa sia della relazione negativa sia del decreto in appello.

Tra i vostri Paesi ci sono possibilità per noi?

Grazie per una vostra risposta

Lucia e Federico

decreti vincolati

Cari Lucia e Federico,

i Paesi nei quali operiamo accolgono le istanze di adozione anche per le coppie che come voi hanno ottenuto il decreto in Corte d’Appello, tuttavia le valutazioni da fare per capire verso quale Paese indirizzarvi possono essere fatte solo dopo aver preso visione della vostra documentazione.

Alcuni Paesi hanno restrizioni che riguardano la salute o il reddito o il titolo di studio etc. e per questo è necessario un approfondimento insieme rispetto alla vostra realtà.

Noi consigliamo comunque alle coppie che si rivolgono a noi di partecipare al nostro corso “L’incontro con mio figlio” che durante due giornate piene ed intense, psicologi professionisti ascolteranno le vostre storiei sogni che avete di voi come genitori e vi guideranno verso l’incontro con la realtà dell’adozione.

Un caro saluto

Staff Ai.Bi.