Roma. L’adozione internazionale è “un bene per tutti”: il 15 febbraio 20 Enti Autorizzati presentano alla Politica una proposta di sostegno alle future famiglie adottive

Conferenza in programma a Roma giovedì 15 febbraio alle ore 13.00, presso la Sala ‘Caduti di Nassirya’ del Senato della Repubblica, organizzata dai rappresentanti di 20 Enti Autorizzati all’adozione internazionale, che incontreranno le forze politiche

Portavoce dei promotori saranno Pietro Ardizzi e Antonio Crinò

conferenza di Roma su adozione internazionale, gli enti autorizzati parlano alla politicaUna crisi drammatica, la peggiore della sua gloriosa storia: è quella che sta attraversando negli ultimi anni l’universo dell’adozione internazionale in Italia. I numeri ufficiali del Ministero della Giustizia, relativi al 2016, parlano di un crollo verticale: solo nel confronto tra i numeri dell’anno 2014 e quelli del 2016 si registra un calo del 24%, con appena 1.580 minori stranieri adottati nell’ultimo anno considerato, secondo i Tribunali per i Minorenni.

Sebbene non ci siano ancora dati definitivi, resta alta la preoccupazione che l’Italia chiuda il 2017 con soltanto 1.400 adozioni, registrando l’ennesima diminuzione.

Tutt’altro che positivi i numeri sulle domande di disponibilità all’adozione internazionale presentate ai Tribunali per i minorenni che sono precipitate dalle 7.887 del 2001 alle 3.190 del 2016: un calo del 60% circa. E’ la fotografia di un rapido declino delle adozioni internazionali, che fa temere per il futuro di tanti bambini in attesa di riavere una famiglia e di molte coppie che aspirano a diventare genitori.

A fronte di questa grave situazione e dopo il preoccupante ‘silenzio’ degli ultimi tre anni della Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI) e l’inerzia della sua azione – anche a causa della distanza cosciente rispetto all’argomento da parte della politica nazionale – non è dunque più procrastinabile un rilancio dell’adozione internazionale, partendo da ciò che sembra ostacolare maggiormente le coppie: i costi dell’iter adottivo.

Per questo, è arrivata la decisione di un gruppo di 20 Enti Autorizzati all’adozione internazionale di organizzare una conferenza dal titolo“Adozioni Internazionali. Un bene per tutti”. L’obiettivo è quello di portare all’attenzione delle forze politiche – che sembrano finalmente essersi accorte dell’emergenza-denatalità che da anni colpisce drammaticamente il nostro Paese – una proposta per rendere immediatamente più accessibile l’adozione internazionale a tutte le coppie che la scelgono.

L’appuntamento è per giovedì 15 febbraio, alle ore 13.00, presso la Sala ‘Caduti di Nassirya’ del Senato della Repubblica. A nome degli enti promotori interverranno Pietro Ardizzi e Antonio Crinò quali portavoce, per proporre ai partiti politici e al futuro Governo un passo avanti di qualità verso la pari dignità della genitorialità adottiva.

Affinché l’adozione internazionale venga riconosciuta realmente come ‘Un bene per tutti‘ urge il risveglio di un interesse e di un impegno tangibile della Politica, che porti finalmente alla gratuità dell’adozione: una battaglia prioritaria e ancora tutta da affrontare.

Ecco gli Enti promotori dell’iniziativa: A.F.N. – Ai.Bi. – A.M.I. – AMICI TRENTINI – A.MO – Fondazione AVSI – BAMBARCO – C.I.A.I. – CIFA – Ass.ne IL CONVENTINO – I FIORI SEMPLICI – IN CAMMINO PER LA FAMIGLIA – INTERNATIONAL ADOPTION – ISTITUTO LA CASA – LA MALOCA – MEHALA – N.A.A.A. – N.A.D.I.A. – N.O.V.ASJAMO.