Voglia di lascito testamentario. Richieste in aumento in Italia

Con Ai.Bi. – Amici dei Bambini è possibile scegliere di sostenere dei progetti di accoglienza per mamme fragili e i loro figli

lascito testamentarioGli italiani, si sa, di fronte alla morte sono un popolo scaramantico. Eppure si registra un trend di progressivo aumento l’interesse per i lasciti testamentari, tanto che molti sono quelli che si stanno infomando su come poter lasciare in eredità i propri possedimenti.

A confermarlo anche Giulio Biino, notaio torinese e consigliere del Consiglio Nazionale del Notariato, intervistato da La Stampa:“In genere il 15-20% degli italiani fanno testamento. È una percentuale molto bassa legata a fattori culturali: nei Paesi anglosassoni si arriva al 70%. In questi giorni però stanno arrivando numerose richieste di informazioni per capire come fare, quali strumenti utilizzare e quali decisioni prendere”.

Diversi sono anche coloro che, per il futuro, ipotizzano una donazione a realtà solidali. Tra queste c’è anche Ai.Bi. – Amici dei Bambini. L’organizzazione, nata oltre trent’anni fa da un movimento di famiglie adottive e affidatarie e impegnata in Italia e nel mondo nella lotta all’abbandono minorile, destina i lasciti ricevuti alla creazione di una comunità mamma-bambino o di centri accoglienza per minori, intestando ogni opera alla perenne memoria del donatore, consentendo così che il suo gesto solidale venga ricordato sempre.

L’importanza di un lascito testamentario non dipende dalla cifra, più o meno cospicua, di una donazione,  “perché è dalle piccole gocce che si crea il mare”.

Il primo passo a compiere è dunque chiedere informazioni: richiedi la tua guida lasciti gratuitamente, per posta o per email, la guida ai lasciti testamentari di Amici dei Bambini è un manuale completo di informazioni, pronto a dissipare ogni dubbio o curiosità.

Richiedila o visita la pagina www.aibi.it/lasciti-testamentari/ per ulteriori informazioni