Adozione a Distanza. Ma esistono ancora gli orfanotrofi?

Gli ospiti degli orfanotrofi sono bambini orfani che non hanno mai conosciuto i genitori perché sono morti o sono stati abbandonati alla nascita. Ma ci sono anche bambini in grave difficoltà familiare che provengono da famiglie povere, con un solo genitore o con molti figli

Cari amici di Ai.Bi.,

È da tempo che mi chiedo se esistono ancora gli orfanotrofi. In questo periodo mi è riaffiorato un ricordo di quando ero piccola: quando avevo 12 anni sono andata, con l’Azione Cattolica della mia parrocchia, a portare dei doni di Natale ad un gruppo di bambini ospiti in un orfanotrofio del mio paese. E’ stata un’esperienza che mi ha colpito molto! Per tanto tempo ho pensato a quei bambini.

So che ora in Italia non ci sono più, ma, mi chiedevo, all’estero ci sono ancora?

Grazie

Rosalba

Cara Rosalba,

grazie per averci scritto e per averci posto questa domanda: gli orfanotrofi In Italia non ci sono più, sono stati chiusi a fine 2006, in base alla legge 149 del 2000 come scritto in una news che abbiamo pubblicato sul nostro sito tempo fa.

Le confermiamo, però, che all’estero ce ne sono tanti e noi operiamo in alcuni di essi nei Paesi con cui collaboriamo con i nostri progetti di cooperazione e di Adozione a Distanza.

I minori beneficiari dell’Adozione a Distanza sono bambini abbandonati o in grave difficoltà familiare. Quasi sempre provengono da famiglie povere, con un solo genitore o con molti figli, da famiglie che senza l’aiuto dei nostri sostenitori non potrebbero garantire loro l’accesso a scuola, una visita medica, il lusso di un regalino il giorno del compleanno, o anche solo un pasto al giorno.

Ci sono, purtroppo, anche bambini orfani che non hanno mai conosciuto i genitori perché sono morti o sono stati abbandonati alla nascita; e in ultimo, ci sono i care leaver, cioè quei ragazzi adolescenti che sono cresciuti negli orfanotrofi e che non sono mai stati adottati e quindi non sono mai diventati figli.

I nostri interventi assicurano tutti, il soddisfacimento dei loro bisogni in termini di protezione, accoglienza, accompagnamento e scolarizzazione fino alla loro piena integrazione nella società.

Garantiamo cibo (tre pasti al giorno), dormitori con letto, vestiario, cure mediche, scuola formale, attività extrascolastiche e inoltre i bambini accolti in un orfanotrofio possono, grazie ad Ai.Bi, contare su esperti che effettuino indagini sociali per aiutarli a definire la loro situazione socio-legale.

Ed è per questo che l’Adozione a Distanza di un orfanotrofio diventa la loro àncora di salvezza perché diventa non solo la risposta ai loro bisogni materiali per una crescita armoniosa, ma un progetto di vita per far sì che possano essere accolti in una famiglia adottiva o ritornare a vivere nella propria famiglia d’origine.

Pertanto cara Rosalba se volesse aiutarci a sostenere un orfanotrofio non esiti ad attivare un’Adozione a Distanza “Adotta un Orfanotrofio” da 25 euro al mese. Il suo aiuto sarà prezioso per donare a tanti bambini il diritto di ritornare ad essere figli. Per maggiori informazioni visiti la pagina dedicata all’Adozione a Distanza QUI. Potrà in questo modo, conoscere meglio i Paesi dove Ai.Bi. opera (Kenya, Marocco, Congo, Bolivia, Cina Ucraina, Siria, Ghana) oppure scoprire come adottare una famiglia anche in Italia!

Per maggiori informazioni non esiti a contattarci alla mail sad@aibi.it

Grazie ancora per averci scritto

Cordialmente

Staff Adozione a Distanza

Scopri di più