BAMBINIxLAPACE: Orlando Bloom, ambasciatore UNICEF incontra equipe Ai.Bi.-Moldova al centro profughi MoldExpo

Bloom: Tante delle famiglie con cui ho parlato non hanno lasciato solo la loro casa, hanno lasciato tutto quello che avevano

 Ad un mese dall’inizio della guerra tra l’Ucraina e la Russia, l’Ambasciatore UNICEF, Orlando Bloom ha visitato la Moldova per incontrare i bambini e le famiglie in fuga dall’Ucraina.

In 3 giorni, Orlando Bloom ha visitato 3 campi profughi dove sono stati allestiti i così detti “Punti Blu” (Blue Dot), che offrono spazio di supporto per le mamme ed i loro bambini, in fuga dalla guerra, in cerca di un posto più sicuro oltre confine.

Orlando Bloom in visita al campo profughi di MoldExpo

Uno dei centri visitati dal famoso attore hollywoodiano è stato anche MoldExpo dove è attiva, fin dall’inizio del conflitto, anche l’equipe di animatrici di Amici dei Bambini -Moldova. Infatti, in collaborazione con Terre des Hommes Moldova, Amici dei Bambini è coinvolta nella gestione di uno dei 3 Blue Dots presenti, attualmente sul Paese.

Durante il suo viaggio in Moldova, Bloom ha incontrato diversi bambini e famiglie ospitati al Centro MoldExpo di Chisinau, uno dei 102 centri attualmente attivi nel Paese per l’accoglienza dei profughi. Qui la popolazione in fuga dal conflitto può dormire, accedere a servizi medici e legali, nonché mangiare qualcosa di caldo, prima di riprendere il cammino.

Al Centro MoldExpo di Chisinau, Orlando ha incontrato una famiglia composta da cinque persone, arrivata dall’Ucraina all’inizio di questa settimana, portando con sé, solo i vestiti che avevano indosso ed una piccola somma di denaro.

Dopo aver passato alcune notti a MoldExpo, una famiglia moldava si è offerta di accoglierla fino a quando non riusciranno ad avere tutti i documenti necessari per poter proseguire nel loro cammino.

Tante delle famiglie con cui ho parlato – ha spiegato l’attore- non hanno lasciato solo la loro casa, ma anche la scuola, gli amici, i membri della famiglia, hanno lasciato tutto quello che avevano. Io, da padre, posso solo immaginare la rabbia e la confusione che stanno provando”.

 Orlando Bloom, aveva già visitato l’Est dell’Ucraina nel 2016, sempre insieme ad UNICEF.

“I Blue Dots” alla dogana rappresentano una prima fermata, vitale per le mamme disperate, che sono in cerca di una pausa e di un posto sicuro dove poter offrire ai propri bambini anche un momento di svago e di gioco.”

Sostieni anche tu la campagna di Ai.Bi. a sostegno della popolazione ucraina BAMBINIXLAPACE

 Sostieni anche tu la campagna di Ai.Bi. – Amici dei bambini dedicata alla crisi ucraina: BAMBINIxLAPACE. Chiunque può partecipare scegliendo una delle varie modalità di aiuto e vicinanza alle famiglie e ai bambini ucraini. Perché, ora, il loro futuro dipende anche da te “

EMERGENZA UCRAINADONA ORA