BAMBINIxLAPACE. Incontrarsi e sentirsi al sicuro grazie al Ludobus della Pace di Ai.Bi.

Moldova. Il Ludobus della Pace ha fatto visita a Hirtop coinvolgendo oltre 100 bambini in giochi e attività. Tra loro, Daniil e Maxim, due minori ucraini che hanno condiviso insieme racconti emozioni, paure e speranza di pace

Momenti di grande gioia a Hirtop, dove l’arrivo del Ludobus ha scatenato una vera e propria festa per più di 100 bambini radunati presso la biblioteca pubblica del villaggio.

La magia del gioco che cancella le differenze di età e nazione

Guidati dai bravi animatori del servizio Ludobus, i bambini di tre comunità del distretto di Taraclia e dei villaggi del vicinato, insieme ai loro familiari venuti ad accompagnarli, hanno giocato all’aperto e partecipato a divertenti concorsi che hanno messo in palio premi e piccole ricompense per rendere ancor più memorabile la visita di Amici dei Bambini.
Tra i presenti, naturalmente, c’erano anche i ragazzi delle tre famiglie ucraine ospitate in zona, ormai diventati amici dei bambini moldavi con i quali si trovano molto bene e condividono la maggior parte di questo tempo di vacanza libero da impegni scolastici.

Quando la voce della nazione chiama

Tra i tanti presenti alle attività c’erano anche Daniil e Maxim, due bambini ucraini di 7 e 11 anni arrivati in Moldova dopo lo scoppio della guerra. Per loro, essersi incontrati in una marea di oltre 100 bambini, senza conoscersi prima, è stata una grande sorpresa e, soprattutto, un momento in cui sperimentare nuovamente la libertà di comunicare liberamente. Daniil e Maxim, infatti, da mesi non parlavano la loro lingua materna, cavandosela con un po’ di rumeno, insufficiente, però, per intrattenere discussioni e conversazioni come avrebbero voluto. L’incontro ha permesso loro di parlare liberamente insieme, condividere le stesse emozioni, che fino a quel momento non erano riusciti a esprimere, e raccontarsi l’un l’altro la speranza che arrivi la pace per poter un giorno tornare a casa, in Ucraina.
Ma fino a quel giorno tutti e due hanno convenuto che bisogna rimanere positivi e trovare le buone opportunità, come appunto è stato il loro incontro, in qualsiasi sfida della vita.
Alla fine dell’evento, i due si sono abbracciati con la promessa di rivedersi in nuove occasioni, sia durante l’estate, sia con l’inizio della scuola, che sono pronti a frequentare anche qui, in Moldova.

Sostieni l’impegno di Ai.Bi. per i bambini dell’Ucraina

Dall’inizio della guerra, Ai.Bi. è impegnata in molteplici attività lanciate all’interno del progetto #BAMBINIxLAPACE, attivo in Ucraina, Moldova e Italia a favore dei bambini ucraini e delle loro famiglie. Chiunque può sostenerli con una donazione una tantum o con l’Adozione a Distanza. Ricordati che tutte le donazioni ad Ai.Bi. godono delle seguenti agevolazioni fiscali.

EMERGENZA UCRAINADONA ORA