Neogenitori stranieri lontani da casa. Un progetto dedicato a loro con Ai.Bi. Bolzano

Programma che nasce nell’ambito della prevenzione dell’abbandono e tutela delle famiglie

famiglia, come lievitano i costi in caso di separazione, specialmente per i papàMamme (o papà) soli e stranieri? Genitori che si trovano alle prese con un neonato lontani dalla propria terra, senza sapere quali opportunità di supporto offra la comunità che li ospita? Proprio pensando a loro parte, con la sede di Bolzano di Ai.Bi. – Amici dei Bambini, organizzazione che da oltre un trentennio combatte l’abbandono minorile in Italia e nel mondo, il nuovo progetto “Essere genitori lontani da casa”.

Nell’ambito della prevenzione e tutela delle famiglie con bambini da zero a tre anni, il progetto è nato proprio a Bolzano, finanziato con un contributo dell’Agenzia per la Famiglia della Provincia Autonoma di Bolzano. Mentre infatti molte famiglie straniere vivono la neo-genitorialità serenamente, altre vivono questa fase della vita familiare in solitudine. Per poter essere una doppia risorsa, sia per la società d’arrivo sia per sé medesima, la famiglia immigrata va sostenuta non solo materialmente, ma anche attraverso percorsi di educazione familiare e di sostegno alla genitorialità.

Di qui l’importanza che assumono rispetto a tale processo, gli interventi formativi miranti a sostenere la famiglia nel suo stabilire relazioni con la società a livello locale. Una formazione intesa come un’educazione familiare rivolta al nucleo famigliare stesso, per rendere questo il luogo dove far germogliare un’identità soggettiva rinnovata, in cui ogni membro possa far convivere i tratti fondamentali della propria storia con quelli acquisiti nell’esperienza migratoria, un luogo in cui il passato riesca a riconnettersi con il presente.

Lavorando sulla promozione e sulla prevenzione, il progetto ha lo scopo di aiutare queste famiglie con un sostegno preventivo con misure di informazione e confronto precoce con altri neogenitori su tematiche riguardanti la vita famigliare e di coppia. La sede di Bolzano dell’associazione Ai.Bi. Amici dei Bambini mette a disposizione del territorio, l’esperienza e le competenze maturate in varie sedi italiane e nella sede locale, nell’accompagnamento di famiglie e minori.

“Essere genitori lontani da casa” prevede due macro azioni: il programma “Essere genitori ovunque”, che prevede un percorso di accompagnamento e rafforzamento delle competenze genitoriali attraverso dei corsi tematici di gruppo per neo genitori stranieri; il programma “Sportello Spazio alla genitorialità” in cui i neo-genitori con bambini da zero a tre anni possono trovare uno spazio di consulenza e accompagnamento familiare.