Roma. Un asilo cancella la Festa del papà e della mamma. “La famiglia è cambiata”

asilo.jpg 400 286Per i bimbi di un asilo di Roma niente festa del papà e della mamma. Il collegio dei docenti della scuola dell’infanzia “Contardo Ferrini”, nel quartiere Trieste, ha deciso di non festeggiare appuntamenti tradizionali che hanno scandito la vita scolastica di intere generazioni.

Niente poesie, niente filastrocche, niente lavoretti da portare ai genitori all’uscita. In una delibera scolastica del 14 ottobre 2014 si legge: “Il collegio dei docenti decide di non festeggiare la festa della mamma né del papà a causa dei continui cambiamenti della famiglia, ma di evidenziare altre feste”.

Il guaio è che i papà hanno scoperto la decisione direttamente il giorno di San Giuseppe, ovvero lo scorso 19 marzo. I genitori non l’hanno presa bene: prima hanno chiesto spiegazioni alla coordinatrice scolastica, poi sono passati alle vie legali, inviando alla scuola una diffida per chiedere l’immediato annullamento della delibera.


“Vogliamo che i nostri bambini possano riavere almeno la festa della mamma”, argomenta Guido Rinaldi, l’avvocato (e genitore interessato) che ha avviato le procedure. “Contestiamo le modalità con cui la scuola ha agito, senza metterci al corrente”- spiega Roberta Giudici, mamma di uno degli alunni.

Paolo Masini, assessore comunale alla Scuola, ha difeso la scelta degli insegnanti, affermando che la questione sarebbe roba da medioevo. Intervistato dal quotidiano Il Giornale, Masini ha dichiarato: “Gli adulti non dovrebbero aver bisogno di fare crociate mettendo in mezzo i loro bambini – ha spiegato – la comunità scolastica non ha bisogno di ideologismi del genere. Siamo contro questo atteggiamento. Solo il pensiero che si debba andare davanti al giudice in un contesto con protagonisti bambini dai 3 ai 6 anni è preoccupante”.

Fonte: il Giornale