Adozione Internazionale. È meglio partire da soli o con nostro figlio per adottare il fratellino?

Gentile Ai.Bi.,

abbiamo già ottenuto il decreto di idoneità per l’Adozione Internazionale e vorremmo andare in Colombia. Noi abbiamo già un figlio di nove anni e vorremmo capire se è meglio partire da soli o con nostro figlio per adottare il fratellino. Siamo perplessi perché pensiamo alla permanenza nel paese che è un po’ lunga; siamo preoccupati inoltre perché nostro figlio potrebbe perdere tanti giorni di scuola. Come dobbiamo comportarci?

Maria e Cesare

Carissimi,

quello che state per fare è un passo molto importante e lo dovete fare in tre. Vostro figlio di 9 anni è parte integrante della famiglia. Se partite per andare ad accogliere un nuovo figlio è necessario che ci siate tutti e tre. Il nuovo fratellino troverà nel fratello più grande la persona a cui affidarsi per primo, quello con cui giocare. Vostro figlio già presente farà da ponte con quello nuovo. Non potete pensare di lasciare a casa il figlio che già avete senza permettergli di essere insieme in un momento così magico.


Per quanto riguarda la scuola non ne farei un dramma: tante coppie sono partite con i figli in età scolare ed hanno trovato le soluzioni più opportune. È possibile accordarsi con la scuola preventivamente perché nulla vada perso.

Affrontate con coraggio e serenità questa nuova avventura: vale la pena di viverla con gioia senza lasciarsi sopraffare dai problemi.

Con affetto.

Irene Bertuzzi

Ufficio Adozioni Internazionali Ai.Bi. – Amici dei Bambini