Bambini in alto mare
<<indietro

Adozioni internazionali. Dall’Est Europa arriva l’appello di Vasile. Tredici anni con un unico sogno: diventare figlio.

Ama la scuola, ha sempre buoni voti, ubbidiente, amorevole e dall’intelligenza spiccata, proprio un “amore di figlio” se non fosse che “figlio” non è. Oggi Vasile (nome di fantasia) vive in un istituto dell’Est Europa e spera ancora nell’Adozione Internazionale.

Un “figlio modello” che ha vissuto quasi tutta la sua infanzia in un centro di accoglienza dove ha incontrato tante mamme e papà. Ha incrociato i loro sguardi, le loro emozioni e la tensione che taglia l’aria come una lama: mamme e papà che arrivano in istituto per incontrare i loro figli tanto attesi e tanto cercati per non lasciarli più. E Vasile?

Vasile, e’ancora là in attesa che prima o poi il suo sogno, quello che racconta agli insegnanti e custodisce gelosamente tra le righe di un quaderno, entri da quella porta: una mamma ed un papà!”.

Giudizioso, sensibile e curioso, Vasile sogna una famiglia tutta sua: una mamma ed un papà che si prendano cura di lui, che attenti e premurosi gli diano le attenzioni che non ha mai avuto. Qualcuno cui mostrare una pagella con i “fiocchi” che lo gratifichi ma li faccia anche sentire orgogliosi di questa piccola “eccellenza”.

Chi volesse maggiori informazioni può consultare le schede relative ai bambini nella rubrica Figli in Attesa  o inviare una e-mail all’indirizzo cristina.legnani@aibi.it.

Richiedi Informazioni "Figli in Attesa"
Seguici:

Articoli correlati