Ghana. Badu e Afram: “Cara Ai.Bi. non abbiamo dormito dalla felicità quando abbiamo saputo che avremmo potuto continuare a studiare!”

Inizia così una letterina di ringraziamento di due bambini beneficiari del progetto: “Adotta a distanza i bambini del Ghana”, ma tanti altri aspettano ancora il nostro sostegno per poter ritornare in famiglia. Aiutali anche tu!

Tra i diritti fondamentali che ad ogni bambino deve essere garantito, c’è quello di crescere in una famiglia che lo ami e che si prenda cura di lui, consentendogli di poter dormire in un letto caldo, di mangiare, di essere curato e di andare a scuola. Ai.Bi. lotta ogni giorno, anche in Ghana, contro la piaga dell’abbandono, per far sì che ogni bambino solo o in difficoltà familiare possa trovare una famiglia pronta ad accoglierlo.

Per questo motivo, tra le principali attività dell’associazione, vi è quella di accompagnare, dove possibile, le famiglie ad accogliere nuovamente i bambini nel nucleo di origine. Lo fa con training mirati agli adulti, perché possano scongiurare il pericolo di un nuovo abbandono. Accompagnandoli nel loro percorso, monitorando la situazione con visite mirate e sostenendoli con cibo e materiale scolastico.

Ghana. Grazie di aver pensato a noi!

Nei giorni scorsi, il coordinatore delle attività di Ai.Bi. in Ghana ha consegnato del materiale scolastico ad alcuni minori reintegrati in famiglia del distretto di Sogakope. I loro familiari stanno partecipando al programma di formazione finanziato dal progetto CAI: “HOME – GHana, COsta d’Avorio, Sierra Leone: un network per l’accoglienza e l’educazione di Minori vulnErabili” dove Ai.Bi., in Ghana, è responsabile QUI

In occasione della seconda sessione di training, una mamma si è avvicinata alla referente di Ai.Bi. nel Paese con in mano una busta chiusa, indirizzata al direttore di AI.BI. Friends of Children foundation e al dipartimento del Social welfare della comunità.

All’interno era contenuta una lettera di ringraziamento scritta dai suoi figli: Badu e Afram. Leggendola, a stento la nostra operatrice ha trattenuto le lacrime!

Vogliamo condividere con voi il testo tradotto in italiano.

“Cara Ai.Bi. grazie per aver pensato anche a noi!”

Caro Signore, siamo molto felici di scriverti questa lettera.

Non avremmo mai pensato che ci avresti fatto sentire così felici nella nostra vita e ringraziamo Dio perché vi siete ricordati di noi e ci avete fornito delle cose.

Le cose che apprezziamo di più sono i libri di testo, i libri delle “pass question” e il cibo, come il mais, yam gari, il riso, le bevande e molte altre…

Abbiamo chiesto a nostra madre di comprarci queste cose in passato e ogni volta che glielo ricordiamo si sente sempre molto triste e talvolta prega Dio.

Una notte, mentre stavamo andando a dormire, mamma ci ha detto che alcune persone ci avrebbero “sponsorizzato” e ci avrebbero aiutato a soddisfare alcuni dei nostri bisogni. Quella stessa notte non siamo riusciti a dormire dalla felicità sapendo che avremmo potuto continuare con la nostra formazione”.

Badu e Afram

Una lettera che ci riempie il cuore di felicità

Ai.Bi. opera in Ghana dal 2011 attraverso l’organizzazione locale appositamente creata Friends of Children Foundation, con l’obiettivo di garantire ai minori vulnerabili protezione, accesso al cibo, cure mediche e la possibilità, qualora ne sussistano le condizioni, di ricongiungersi con i propri genitori biologici grazie ad attività di reintegrazione familiare.

Un’Adozione a Distanza per i minori del Ghana

Seguire le famiglie, monitorarle, sostenere le proprie necessità. Tutto questo è possibile grazie al progetto di Ai.Bi.: “Adotta a Distanza un minore del Ghana”.

Supporta anche tu le attività che Ai.Bi. porta avanti in Ghana, per i minori soli, abbandonati o in difficoltà familiare. Scopri come fare QUI

Ricordati che tutte le donazioni ad Ai.Bi. godono delle seguenti agevolazioni fiscali

Adotta a distanza