I ringraziamenti ufficiali della Presidente della Moldova Maia Sandu per gli interventi di Ai.Bi. a favore dei profughi ucraini

“Grazie a voi, abbiamo dimostrato di essere un Paese piccolo ma dal cuore grande: la generosità dei volontari moldavi è diventata nota e apprezzata, a buon diritto, in tutto il mondo”. Le toccanti parole della Presidente della Repubblica della Moldova ai collaboratori di Ai.Bi. Moldova per gli interventi attuati dall’inizio del conflitto in Ucraina a oggi nell’ambito del progetto #BAMBINIxLAPACE

Da quando è scoppiata la guerra in Ucraina, la Moldova è stato da subito uno dei Paesi maggiormente coinvolti nell’emergenza di accoglienza dei profughi. Per il piccolo Paese si è trattato di uno sforzo eccezionale, soprattutto in relazione alle sue dimensioni contenute che l’hanno portato a essere lo Stato con il maggior numero di profughi procapite tra tutti quelli confinanti con l’Ucraina.
Anche Ai.Bi. ha cercato fin da subito di fare la sua parte, grazie a una ultraventennale presenza sul territorio e a uno staff che, guidato dal direttore di Ai.Bi. Moldova (A.O. Filiala din Moldova a Asociaţiei Amici dei Bambini) Stela Vasluian, ha velocemente implementato il suo organico per rispondere a tutte le esigenze dei tanti progetti in essere.

I progetti in Moldova di Ai.Bi.

La prima risposta attuata da Ai.Bi. è stata direttamente sul confine con l’Ucraina, alla dogana di Palanca, dove, grazie a un contributo della Fondazione Comunità Milano, è stata allestita una “tenda” per la distribuzione di beni di prima necessità e la creazione di un punto Ai.Bi. informativo e di orientamento ai profughi, anche sulle opportunità di accoglienza in Italia.
All’interno del territorio moldavo, invece, gli interventi di Ai.Bi. Moldova, in collaborazione con OXFAM GB, Plan International, TDH e Unicef, hanno puntato a fornire sostegno psico-sociale (PSS) e animazione per minori e famiglie al fine di far loro superare i traumi subiti a causa della guerra. Sono stati quindi realizzati dei “Punti Ai.Bi. ” – spazi sicuri e protetti a misura di bambino gestiti da esperti animatori e psicologi – in diversi centri profughi della Moldova: il MoldExpo di Chisinau, Carpineni, Cupcui, Edinet e Vatici.

Ai ” Punti Ai.Bi. si è recentemente affiancato un più articolato progetto :il “Ludobus della Pace“, una ludoteca itinerante in grado di portare la propria attività di animazione, sostegno psicologico-sociale e formazione in maniera costante in 7 biblioteche comunitarie della Moldova.

Infine, Ai.Bi. Moldova ha attivato una linea telefonica gratuita, gestita da una equipe di psicologhe e attiva ogni giorno per 9 ore al giorno, dedicata alle donne e ragazze vittime di violenza e abuso.
I beneficiari diretti delle attività di Ai.Bi. Moldova in totale sono più di 2500 persone fra donne e bambini.

Il ringraziamento della Presidente della Moldova Maia Sandu

Proprio per il suo impegno sul territorio moldavo, Ai.Bi. ha ricevuto un ringraziamento ufficiale da parte del Presidente della Repubblica Moldova Maia Sandu. Questa la traduzione integrale della lettera, per la quale Ai.Bi. ringrazia sentitamente la Presidente e tutte le persone che hanno reso e continuano a rendere possibile tutte le attività portate avanti nel Paese::

Cari membri dello staff di Ai.Bi.
Associazione Amici dei Bambini,
Vi ringrazio per l’impegno importante che state svolgendo in questi mesi nel sostenere le persone profughe dall’Ucraina, da quando il loro Paese è stato colpito dalla guerra. Apprezzo la dedizione con la quale avete offerto le vostre risorse, il tempo e l’energia per aiutare queste persone, in maggior parte donne, bambini e anziani sfollati e allontanati dalle loro case senza che l’avessero voluto.
Voi, avendo dimostrato gentilezza, preoccupazione e apertura nei confronti dei profughi, avete offerto loro un rifugio accogliente e caloroso in Moldova, mettendoli al sicuro nel nostro Paese. Così abbiamo dimostrato che siamo un paese Piccolo, ma dal cuore grande: la generosità dei volontari moldavi è diventata nota ed apprezzata, a buon diritto, in tutto il mondo.
La mobilizzazione esemplare e le capacità organizzative che avete dimostrato in tutto questo periodo, insieme ad altri nostri concittadini, mi colmano di speranza. Credo fortemente che, insieme, possiamo cambiare nel bene il nostro Paese; possiamo costruire una società libera, piena di pace e prospera. Un luogo caldo e accogliente, un angolo di paradiso, dove vivere e costruire il proprio futuro.
Grazie di cuore!
Con apprezzamento,
Maia Sandu

Dall’inizio della guerra , Ai.Bi. è impegnata in molteplici attività lanciate all’interno del progetto #BAMBINIxLAPACE , attivo in Ucraina, Moldova e Italia a favore dei bambini ucraini e delle loro famiglie. Chiunque può sostenere questa campagna con una donazione. E se sei cliente Fineco, la banca raddoppia la tua donazione fino al 30 giugno.
Tutte le donazioni ad Ai.Bi. godono delle seguenti agevolazioni fiscali.
EMERGENZA UCRAINADONA ORA