aspiranti tutori volontari convocati da Garante Infanzia

MISNA: che fine hanno fatto i corridoi umanitari? Sulle spiagge della Libia trovati i corpi di quattro bambini

Nel 2020 sono già oltre 4.200 i minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle coste italiane. Oltre il doppio del 2019

C’è un dramma che, nell’anno della pandemia, pare essere dimenticato. Si tratta del dramma dei MISNA (acronimo che identifica i Minori Stranieri Non Accompagnati). Nel 2020, sulle coste italiane, ne sono sbarcati, stando agli ultimi dati, oltre 4.200. Un numero enorme se comparato con quelli degli anni precedenti: in particolare i 1.600 del 2019.

Che cosa è successo? Sicuramente questo è un effetto del cambiamento di impostazione dell’esecutivo italiano in materia di immigrazione. Ma c’è anche il fatto che le conseguenze sociali del Covid-19 si sono fatte sentire in quella parte di mondo in cui buona parte della popolazione vive di lavoretti precari, falcidiati dalle misure di contenimento.

MISNA: il dramma in Libia

Ecco che allora molti minori, con o senza famiglia, sono costretti ad attraversare il Mediterraneo nella speranza (o, forse, nel miraggio) di una vita migliore. E, purtroppo, non sempre finisce bene. Nelle ultime ore, per esempio, ha colpito l’annuncio della Mezzaluna Rossa libica, che ha riportato sui propri canali social il ritrovamento dei corpi senza vita di quattro bambini, tutti tra i cinque e i dieci anni, sulla costa all’altezza di Zawiya, città a 45 chilometri dalla capitale Tripoli.


L’ennesima tragedia del mare, l’ennesimo dramma che poteva essere evitato. Poteva accadere, per esempio, istituendo quei corridoi umanitari speciali per i MISNA che Ai.Bi. – Amici dei Bambini invoca da tempo e di cui si era iniziato a discutere con il precedente esecutivo italiano guidato da Giuseppe Conte. Chissà se, in vista del Natale e nella bufera di un dramma, quello del virus, che ha colpito le vite di tutti, forse possa accendersi una luce per tornare a parlare di questo non secondario tema. La civiltà di un Paese, del resto, si misura anche dal modo in cui questo considera i minori.