Hirtop. Moldova. Basta un canestro per dimenticare, per un pomeriggio, la guerra

Grazie alle attività organizzate dal progetto #BAMBINIxLAPACE nei villaggi rurali della Moldova, i ragazzi sfollati dall’Ucraina trovano momenti di socializzazione e di spensieratezza

Cosa c’è di più immediato, per dei ragazzi che si ritrovano insieme e che magari si conoscono appena tra loro, che tirare fuori un pallone e mettersi a giocare?
Da sempre, lo sport è uno dei principali veicoli di socializzazione e di svago, in qualsiasi contesto.
Anche in quello di chi scappa da una guerra e si ritrova in un villaggio straniero lontano da casa.

Pallacanestro e storytelling

Un villaggio come Hirtop, nel sud della Moldova, non lontano dal confine con la Romania, dove si trova un gruppo di famiglie sfollate dall’Ucraina. È qui che i bambini, in un pomeriggio di primavera, hanno pensato di organizzare una partita di pallacanestro, a cui hanno partecipato tutti: anche se non c’è un vero e proprio campo sportivo, l’obiettivo era quello di stare insieme, passare del tempo libero e consolidare i rapporti di amicizia e lo spirito di squadra.
La partita è stata accompagnata dal racconto della bibliotecaria, che ha letto una storia sulla pallacanestro insieme agli stessi bambini.
Queste attività all’aperto, organizzate dalle bibliotecarie per i bambini delle zone rurali della Moldova e per i bambini ucraini che, in tanti, proprio qui hanno trovato rifugio e accoglienza insieme alle loro madri, portano un po’ di colore e di “normalità” in una infanzia che, da qualche settimana a questa parte, di “normale” ha avuto purtroppo ben poco.
Riuscire a portare proprio queste attività di gioco e di storytelling verso tutte le comunità di famiglie e bambini accolti in Moldova è uno degli obiettivi del Ludobus della Pace, il progetto della ludoteca itinerante che Ai.Bi. sta finendo di allestire proprio in questi giorni e presto prenderà il via.

Sostieni anche tu la campagna di Ai.Bi. BAMBINIXLAPACE

Ai.Bi. – Amici dei bambini ha messo in campo una campagna dedicata alla crisi ucraina: BAMBINIxLAPACE, alla quale chiunque può partecipare scegliendo una delle varie modalità di aiuto e vicinanza alle famiglie e i bambini ucraini.
Oggi aiutare un bambino ucraino in fuga dalla guerra, significa tenere viva la sua speranza che la guerra non è l’ultima parola della sua vita e che anche per lui ci sarà un futuro sereno nella sua terra.

EMERGENZA UCRAINADONA ORA