Siria. Il Ramadan e la distribuzione di 1500 kit scolastici

Per il primo anno dall’inizio della guerra, gran parte dei nostri giovani beneficiari può finalmente celebrare il mese del Ramadan, momento di condivisione e preghiera, in un ambiente sicuro e sereno, anche grazie al supporto dei sostenitori a distanza

Nel nord ovest della Siria si è entrati nell’undicesimo anno di guerra, il conflitto ha distrutto le infrastrutture, l’economica e le speranze della popolazione civile. A pagare il prezzo più alto sono i più deboli: donne e bambini. Circa 2,7 milioni di sfollati interni vivono nella Siria nordoccidentale.

Presente dal 2014 nella provincia di Idlib, insieme al partner locale Kids Paradise, Amici dei Bambini, anche grazie al Sostegno a Distanza, porta avanti vari progetti a favore delle famiglie più vulnerabili attraverso la distribuzione di kit igienici per proteggersi dal contagio da COVID-19, la formazione agro e zoo tecnica, la distribuzione di semenze e bestiame e infine attraverso il supporto a tre scuole locali dove i nostri operatori gestiscono attività di supporto psicosociale per i minori. Oltre a queste attività Ai.Bi. si impegna anche in azioni a lungo termine che mirano al rafforzamento della catena del valore del grano.

Attraverso i nostri sforzi cerchiamo di garantire il diritto all’infanzia di ogni minore vulnerabile. Infatti aiutando una famiglia a raggiungere l’autosostentamento, automaticamente evitiamo strategie di adattamento negative come il lavoro minorile e il matrimonio precoce.

Lo scorso 12 aprile è cominciato il mese del Ramadan anche per i nostri giovani beneficiari siriani. Gran parte di loro non ha mai festeggiato questo mese di condivisione e preghiera in un ambiente sicuro e sereno. I dieci anni di guerra hanno privato questi bambini di una festa tanto importante quanto può esserlo per i cristiani la Pasqua. Nonostante tutto, i sorrisi non mancano e, grazie al nostro personale che giornalmente organizza attività psicosociali in tre scuole della provincia di Idlib, i bambini vivono un momento di spensieratezza. Quest’anno, l’inizio del Ramadan coincide con la distribuzione di materiale educativo (zaini, penne, quaderni ecc.) e dispositivi di protezione personale. Insieme al partner locale Kids Paradise, grazie anche al supporto dei sostenitori a distanza, Ai.Bi. ha infatti acquistato 1500 kit scolastici per altrettanti bambini, affinché le loro famiglie non dovessero spendere i pochi risparmi per comprare zaini e penne. Nella speranza che questa atmosfera festosa rimanga tale durante tutto il mese sacro dell’Islam, cogliamo l’occasione per augurare un sereno Ramadan ai nostri colleghi sul campo, alle loro famiglie, ai nostri beneficiari e a tutta la comunità mussulmana.

Un Sostegno a Distanza in aiuto della popolazione siriana

Questo, come tanti altri progetti portati avanti da Ai.Bi., a favore della popolazione siriana, sono resi possibili anche grazie al prezioso aiuto del Sostegno a Distanza. Con una donazione di 25 euro al mese, per te meno di un caffè al giorno, per loro la vita, potrai aiutare Ai.Bi. a supportare le famiglie e i minori siriani vittime della guerra che vivono nei campi profughi. Potrai seguire ogni mese l’evoluzione del progetto, iniziare a conoscere le storie delle nostre famiglie e dei loro bambini, condividerne le gioie, le sofferenze, le speranze… insomma diventerà, se lo vorrai, anche “il tuo progetto” e potrai così monitorare da vicino ogni progresso, grazie a costanti aggiornamenti.

Pensaci.

Il tuo aiuto veramente significa fare la differenza.

RICHIEDI INFO Oppure Attiva un Sostegno a Distanza