Siria. Papa Francesco lancia il terzo appello. #Nonlasciamolisoli

Ai.Bi. a fianco della popolazione locale, stremata anche dal freddo. Anche tu puoi aiutarli

Siria. Nuovi bombardamenti e altri sfollati, Ai.Bi. invita a sostenere la Campagna 'Non Lasciamoli Soli'Ancora un appello per il martoriato popolo siriano da parte di Papa Francesco. Il terzo, dopo quelli del 9 e del 16 febbraio. Nel corso dell’Angelus di domenica 23 febbraio da Bari, il Santo padre ha ricordato una volta di più la tragedia della Siria nord-occidentale, con oltre 900mila sfollati, tra cui mezzo milione di bambini, accalcati all’addiaccio nei campi profughi nei pressi del confine turco-siriano. Qui, vittime del gelo, soffrono i più innocenti tra tutti: bimbi, donne, anziani.

Papa Francesco: le parole del Santo Padre sulla Siria

“Cari fratelli e sorelle – ha detto il pontefice – mentre siamo riuniti qui a pregare e a riflettere sulla pace e sulle sorti dei popoli che si affacciano sul Mediterraneo, sull’altra sponda di questo mare, in particolare nel nord-ovest della Siria, si consuma un’immane tragedia. Dai nostri cuori di pastori si eleva un forte appello agli attori coinvolti e alla comunità internazionale, perché taccia il frastuono delle armi e si ascolti il pianto dei piccoli e degli indifesi; perché si mettano da parte i calcoli e gli interessi per salvaguardare le vite dei civili e dei tanti bambini innocenti che ne pagano le conseguenze. Preghiamo il Signore affinché muova i cuori e tutti possano superare la logica dello scontro, dell’odio e della vendetta per riscoprirsi fratelli, figli di un solo Padre, che fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi. Invochiamo lo Spirito Santo perché ognuno di noi, a partire dai gesti di amore quotidiani, contribuisca a costruire relazioni nuove, ispirate alla comprensione, all’accoglienza, alla pazienza, ponendo così le condizioni per sperimentare la gioia del Vangelo e diffonderla in ogni ambiente di vita. La Vergine Maria, la ‘Stella del mare’ alla quale guardiamo come esempio più alto di fedeltà a Gesù e alla sua parola, ci aiuti a camminare su questa strada”.

Siria: come aiutare

Proprio avendo nel cuore i bambini siriani, Ai.Bi. – Amici dei Bambini, organizzazione presente a Idlib, la regione più calda del conflitto, con il partner locale Kids Paradise per distribuire beni di prima necessità alla popolazione locale, ha rilanciato nei giorni scorsi la sua campagna #Nonlasciamolisoli.

Lo scopo è quello di alleviare le sofferenze della popolazione, stremata dalle condizioni in cui è costretta vivere e anche da un freddo che, in questo periodo dell’anno, è particolarmente intenso e crudele. A questa campagna può contribuire chiunque, donando sul sito web di Ai.Bi. oppure con una donazione libera sul c/c di Intesa San Paolo intestato a Ai.Bi. – Associazione Amici dei Bambini, IBAN IT40 Z030 6909 6061 0000 0122 477, inserendo come causale “Siria. Non lasciamoli soli”. In alternativa è possibile utilizzare il c/c postale 3012 intestato ad Amici dei Bambini, IBAN: IT89R0760101600000000003012.