Siria. Wafaa e il desiderio di condividere la sua benedizione con altre donne bisognose

Le parole di Wafaa ci raccontano il successo dei progetti di Ai.Bi. a favore delle famiglie monoparentali, possibile anche grazie al supporto dei sostenitori a distanza

Ai.Bi., dal 2014, è attiva nel nord ovest siriano, per proteggere i minori più vulnerabili e le loro famiglie, anche promovendo azioni rivolte al loro auto-sostentamento. Con l’aiuto del partner locale Kids Paradise, Ai.Bi. ha potuto coinvolgere 240 famiglie a conduzione femminile in attività di auto-sostentamento e di generazione di reddito aggiuntivo. A 120 famiglie sono stati distribuiti 4 capi di bestiame per la produzione di latte e prodotti caseari e altre 120, hanno potuto beneficiare di serre per la produzione di cetrioli e pomodori.

I suddetti progetti, dedicati alle donne capofamiglia, proseguono molto bene, come si evince dalla storia di Wafaa, una delle centinaia di migliaia di donne sfollate durante la guerra in Siria iniziata dieci anni fa, che vi racconteremo oggi.

Wafaa ha 28 anni, è residente nel villaggio di Ora Shamaliya. Sapevo che il mio nome era tra quelli selezionati dopo un lungo periodo di verifica svolto dagli operatori di Kids Pardise e Ai.Bi.. A febbraio ho ricevuto 4 pecore gravide e nel mese di maggio 2021 il numero delle mie pecore è aumentato a 8. La nostra felicità non potrà mai essere descritto a parole. Da pochi mesi, sono diventata autosufficiente e non sono stata completamente dipendente da aiuti umanitari diretti. Ogni giorno produco 4 litri di il latte di pecora, che a volte vendo al dettaglio mentre altre volte produco yogurt e formaggio che hanno un valore di mercato più alto. Uso anche una parte per il sostentamento della mia famiglia. Questi animali sono una benedizione non solo per il latte e i suoi derivati ma anche per la loro lana. Inoltre sono molto felice poiché i miei figli possono bere latte fresco tutti i giorni dopo che per anni era stato difficile reperirlo, afferma la donna.

Che progetto meraviglioso, mi auguro che tutte le madri capo famiglia possano ottenere ciò che abbiamo noi poiché è una generosa fonte di sostentamento e preserva la dignità delle donne, conclude Wafaa.

Con una donazione di 25 euro al mese, per te meno di un caffè al giorno, per loro la vita, potrai aiutare Ai.Bi. a supportare le famiglie e i minori siriani vittime della guerra e che vivono nei campi profughi. Potrai seguire ogni mese l’evoluzione del progetto, iniziare a conoscere le storie delle nostre famiglie e dei loro bambini, condividerne le gioie, le sofferenze, le speranze… insomma diventerà, se lo vorrai, anche “il tuo progetto” e potrai così monitorare da vicino ogni progresso, grazie a costanti aggiornamenti.

RICHIEDI INFO Oppure Attiva un Sostegno a Distanza