Emergenza Ucraina. Bambini di fronte alla guerra: sfogare la rabbia e gestire la paura, una delle attività dei punti Ai.Bi. di Kiev

All’interno dei Punti Ai.Bi. in Ucraina vengono condotte quotidianamente molte attività dedicate anche al rilassamento e alla gestione delle emozioni da parte dei più piccoli

All’interno dei Punti Ai.Bi., i luoghi colorati, sicuri, e a “misura di bambino” in cui animatrici e psicologhe si prendono cura di bambine e bambini ucraini colpiti dalla guerra, vengono organizzate diverse attività che aiutano i minori (ma spesso anche gli adulti che li accompagnano) e rilassarsi e ad affrontare meglio la situazione di forte stress a cui sono stati, e sono tuttora, sottoposti.

Meditazione, concentrazione e rilassamento con il Quigong

Una pratica particolarmente apprezzata è quella del Quigong, un’antica pratica cinese che prevede esercizi di meditazione, concentrazione mentale, controllo della respirazione e particolari esercizi fisici. Si tratta di una disciplina che, secondo l’esperta animatrice Julia: “Se praticata fin da piccoli aiuta a evitare molti problemi e disturbi legati alla sfera delle emozioni anche da adulti”.
Le lezioni proposte nel punto Ai.Bi. sono composte da una ginnastica ricreativa fatta di esercizi dinamici e allo stesso tempo di rilassamento.
In particolare, il “gioco dei 5 animali” è un complesso tradizionale molto antico di esercizi di quigong che riproducono i movimenti e rispecchiano il carattere, appunto, di cinque animali: tigre, cervo, orso, scimmia e gru. Giocando e imitando gli animali, i bambini sviluppano il lavoro dell’apparato vestibolare, concentrano l’attenzione, migliorano il lavoro degli organi interni.
All’interno del Punto Ai.Bi. si lavora anche sulle basi della meditazione: un’attività molto apprezzata che dà modo anche ai bambini dagli 8 anni in su di esplorare la natura della mente, le sensazioni corporee, il processo del pensiero e della respirazione. Al momento i ragazzi stanno ancora prendendo confidenza con queste pratiche e non ci sono cambiamenti così evidenti, ma si può facilmente osservare la loro soddisfazione, la calma che acquisiscono e i loro sorrisi felici.

Sfogare la rabbia e gestire la paura

Zhora, per esempio, all’inizio non voleva partecipare, ma quanto ha visto i suoi amici imparare l’sercizio del “cervo” ha voluto unirsi. L’esercizio si focalizza sull’emozione della paura e piace a tutti i bambini, che amano stare in equilibrio sulle tavole cercando l’equilibrio anche in se stessi. Alcune volte è capitato che mentre i bambini erano in palestra suonassero le sirene di allarme. Subito c’è stato chi ha mostrato tensione ma, anche guardando gli altri, per tutti è tornata in fretta la calma e sono proseguiti gli allenamenti.
Altro esercizio molto apprezzato è quello della “tigre”, dedicato all’emozione della rabbia: tutti dovrebbero vedere quanto la piccola Masha ringhia forte, proprio come una tigre, per sfogare la sua rabbia! Grazie a questo esercizio, tutti i bambini, compresi quelli con qualche difficoltà psicologica in più, imparano a rispettare lo spazio l’uno dell’altro.

Sostieni l’impegno di Ai.Bi. per i bambini dell’Ucraina

Dall’inizio della guerra, Ai.Bi. è impegnata in molteplici attività lanciate all’interno del progetto #BAMBINIxLAPACE, attivo in Ucraina, Moldova e Italia a favore dei bambini ucraini e delle loro famiglie. Chiunque può sostenerli con una donazione una tantum o con l’Adozione a Distanza. Ricordati che tutte le donazioni ad Ai.Bi. godono delle seguenti agevolazioni fiscali.

EMERGENZA UCRAINADONA ORA