Siria. Proseguono anche d’estate le attività dei giardini terapeutici, fino alla tanto attesa ripresa delle lezioni

Sono molte le attività per i bambini siriani, possibili solo grazie al vostro aiuto attraverso il Sostegno a Distanza

A ovest di Idlib, Ai.Bi. affiancata dal suo partner locale Kids Paradise, sta portando avanti da inizio anno un progetto per migliorare la vita quotidiana dei minori di tre villaggi in situazione di stress psicologico.

Le attività di supporto psico-sociale iniziarono con la costruzione di tre giardini terapeutici nelle scuole dei villaggi di Kafruhin, Murin e Kreiz, le attività nelle scuole presero vita la prima settimana di febbraio 2021.

Poiché l’idea degli orti terapeutici è una nuova idea in Siria, la formazione tecnica è stata fornita dal nostro responsabile della protezione per fornire al nuovo team le migliori conoscenze prima di implementare le attività coi ragazzi. Inoltre, è stata fornita una formazione psicologica di primo soccorso a tutto il team.

Infine il nostro team ha fatto un colloquio con la direzione delle scuole e si è assicurato che le informazioni, le attività e le nuove strutture fossero totalmente di gradimento delle autorità competenti. Gli insegnanti e la direzione di altre scuole sono rimasti colpiti dalle nostre idee dei giardini terapeutici e ci hanno chiesto di coinvolgerli nelle nostre attività e di trasferire loro queste conoscenze.

Per quanto riguarda gli aspetti pratici abbiamo diviso il nostro team PSS (sostegno psicologico) in 3 diversi gruppi, ogni gruppo ha 2 istruttori, un assistente e un insegnante volontario.  Anche gli studenti sono stati divisi in gruppi. Ogni gruppo ha scelto un nome concordato con il team PSS. Le principali attività della prima fase si sono concentrate sul tema “Io e i miei compagni”  l’obiettivo di queste attività è rafforzare abilità personali che consentono agli studenti di partecipare positivamente alla vita quotidiana. Ciò include la creatività e l’immaginazione, espressione e fiducia in se stessi, concentrazione, nonché consapevolezza emotiva e empatia. Alcune delle attività sono meditative e rilassanti, mentre altre sono giochi entusiasmanti. Altre attività sono focalizzate al supporto tra pari, con l’obiettivo di rafforzare abilità sociali che consentono agli studenti di comunicare, capire e andare d’accordo con i loro coetanei. Questo include ascolto attivo, cooperazione, collaborazione e team building.

Nei mesi di aprile, maggio e giugno abbiamo affrontato temi come  “Io e la mia comunità” e “Io e la mia famiglia” che permetteranno a questi bambini, molti dei quali soffrono di stress post traumatico o depressione, di beneficiare di un accompagnamento emotivo e psicologico che li aiuterà ad affrontare il futuro.

Durante i caldi mesi estivi i nostri sforzi si sono diretti alla parte più ludica e alle attività all’interno dei giardini terapeutici, creando così un clima disteso e aperto che conciliasse la creatività e voglia di esprimersi dei bambini e delle bambine beneficiarie.

Le attività continueranno per le prossime settimane fino al tanto atteso inizio delle lezioni, dove alle classiche attività di supporto psicosociale aggiungeremo anche attività che promuovano la partecipazione durante le lezioni e trattino i temi del bullismo e del lavoro minorile.

Un Sostegno a Distanza per i bambini siriani

Questo, come tanti altri progetti portati avanti da Ai.Bi., a favore dei minori siriani, è reso possibile anche grazie al prezioso aiuto del Sostegno a Distanza.

Con una donazione di 25 euro al mese, per te meno di un caffè al giorno, per loro la vita, potrai aiutare Ai.Bi. a supportare le famiglie e i minori siriani vittime della guerra che vivono nei campi profughi. Potrai seguire ogni mese l’evoluzione del progetto, iniziare a conoscere le storie delle nostre famiglie e dei loro bambini, condividerne le gioie, le sofferenze, le speranze… insomma diventerà, se lo vorrai, anche “il tuo progetto” e potrai così monitorare da vicino ogni progresso, grazie a costanti aggiornamenti.

Sostieni a distanza