Ucraina. Il primo giugno si festeggia la giornata della tutela dei diritti dei bambini. Vi raccontiamo come

Gioia e felicità per i nostri ragazzi ospiti dell’istituto Volodarka, festeggiando un giorno speciale dedicato a tutti loro

La giornata mondiale dei diritti dei bambini, come sapete, si celebra ogni 20 novembre. La data scelta coincide con il giorno cui l’Assemblea generale ONU adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo, nel 1959, e la Convenzione sui diritti del fanciullo, nel 1989.

In Ucraina la festività è doppia, infatti il primo di giugno si festeggia il Giorno internazionale della tutela dei diritti dei bambini.

Lascio la parola alla nostra Masha, responsabile di Ai.Bi. Ucraina, che ci spiega: “Per tanto tempo questa è stata una festa importante per noi, in quanto riconosce e tutela i diritti dei bambini. Vi racconto che in lingua ucraina e russa il termine “tutela” è stato definito o tradotto come “difesa” cosicché il primo di giugno risulta essere il “giorno della difesa dei diritti dei bambini”. E questo non mi torna. Per difendere dei diritti ci  deve essere un aggressore, qualcuno che li sta violando questi diritti. Futile cercare  un colpevole, invece di fare del proprio meglio per GARANTIRE e TUTELARE i diritti ed i bisogni naturali dei bambini. Difatti, quando mi sono messa a studiare più approfonditamente l’argomento e a vedere come funziona in altri paesi ho notato che in Italia si chiama la giornata dei diritti bambini! Ed è un’occasione in più per festeggiare la gioia di un’infanzia serena, perchè è proprio questa spensieratezza e serenità che garantisce la base stabile per tutta la vita”.

Nonostante il termine originale con cui è definita questa festività noi tutti di Ai.Bi. in ogni paese del mondo dove operiamo andiamo avanti con l’impegno di garantire le migliori condizioni per una vita serena dei bambini dei quali ci occupiamo.

Masha racconta: “per la festa nella scuola di Volodarka abbiamo organizzato un gioco per tutti bambini ed i ragazzi.  Si sono divisi in squadre, ogni gruppo rappresentava degli extraterrestri provenienti da un diverso posto dell’Universo atterrati  sul pianeta Terra per conoscere cosa sia l’infanzia. Al termine dei giochi li attendeva un pranzo buonissimo, con cibo cotto all’aperto, la pizza e per finire il gelato! Una giornata veramente indimenticabile. Specialmente quando i ragazzi hanno capito che non è puntando l’attenzione sull’avversario che si risolvono le questioni ma restando uniti e facendo squadra, come una famiglia..”.

L’Istituto Volodarka si trova nei pressi del fiume Ros’, nella regione di Kiev, e accoglie 180 bambini e adolescenti, tra i 6 e i 18 anni, orfani di guerra o figli di famiglie disagiate. Grazie al Sostegno a Distanza, un’equipe multidisciplinare di Ai.Bi. supporta gli operatori del centro nella realizzazione di Progetti di Vita Individuali che rispondono alle specifiche esigenze di ciascun bambino o adolescente accolto, promuovendone, quando possibile, il reinserimento in famiglia e assicurando un supporto educativo, scolastico, medico e psicologico personalizzato. Gli adolescenti seguono percorsi mirati ad acquisire una maggiore autostima e sicurezza nelle proprie capacità e corsi di formazione professionale per un progressivo raggiungimento dell’autonomia e un futuro oltre l’istituto.

Il Sostegno a Distanza contribuisce a migliorare le loro condizioni di vita, assicurando alimentazione adeguata, visite mediche specialistiche, attività socio–educative, corsi di formazione professionale, percorsi d’inserimento lavorativo per gli adolescenti e tutto ciò che si rende necessario per far sì che i minori ospiti delle comunità sostenute da Ai.Bi. possano crescere, per quanto possibile, serenamente, come se fossero i “nostri” figli.

Diventa anche tu un sostenitore del centro Volodarka di Kiev, puoi fare la differenza per questi bambini che non hanno una rete familiare in grado di sostenerli e proteggerli. Inoltre potrai seguire e accompagnare ogni giorno la vita, i progressi e le difficoltà dei 180 bambini e ragazzi ospiti; grazie a report mensili infatti sarai costantemente aggiornato sui progressi raggiunti e le difficoltà affrontate.

Attiva un Sostegno a Distanza, con soli 25 euro al mese, puoi fare la differenza per tanti di bambini in difficoltà.

Sostieni a distanza