Mese: Novembre 2008

Bolivia, la storia di riscatto di un care leaver

(Potosì) Dallo staff locale arriva la testimonianza di una adolescente beneficiaria del progetto “Al tuo fianco” che AiBi realizza a favore dei giovani care leaver dell’istituto “Diez de Noviembre”: “Ero appena nata, ero una piccola bebè e mia madre cercava di regalarmi come se fossi un ossequio. Dopo un po’ […]

Congo, la rinascita di Veronique

(Kinshasa) Arriva dallo staff locale di AiBi la testimonianza di Veronique, una adolescente beneficiaria del centro di accoglienza con cui collabora AiBi: “Sono nata nella città di Tembo e da piccola ho vissuto nella mia famiglia con i miei due fratelli e la mia sorella. Dopo il divorzio dei miei […]

Bosnia Erzegovina: difficili le adozioni, i motivi in un articolo

(Banja Luka) Da un’inchiesta curata dal quotidiano bosniaco “Nezavisne novine” emerge che sono tanti i minori di fatto abbandonati in Bosnia Erzegovina che però non vengono adottati. Altrattento numerose sono le richieste delle aspiranti famiglie adottive, nazionali e straniere, per poter accogliere un bambino. Qual è allora l’ostacolo che impedisce […]

Perù: dichiarato stato di “allerta rossa” a Junín

E’ stata dichiarata ‘l’allerta rossa’ nel dipartimento centrale di Junín, confinante con la regione di Lima, dove almeno due persone sono morte e diverse decine sono rimaste ferite in confusi incidenti con la polizia durante una manifestazione contro la costruzione di un impianto per il trattamento dei residui solidi. Gli […]

Moldova: un concerto per sostenere i care leavers

L’Associazione Amici dei Bambini Moldova ha organizzato, giovedì 13 novembre, nell’ambito dell’attività della Filarmonica Nazionale, un concerto di beneficenza a favore dei giovani che stanno lasciando le strutture residenziali in cui hanno vissuto fino alla maggiore età: i care leaver. L’evento dal titolo: “Pentru Voi, Copiii Lumii”, (“Per Voi, Bambini […]

Congo: il racconto di un bambino “stregone”

(Kinshasa) Arriva dallo staff locale di AiBi la testimonianza di Joseph, un adolescente beneficiario del centro di accoglienza con cui collabora l’associazione. “Quando vivevo con i miei nonni e i miei genitori ero contento. Ma poi qualcosa è cambiato. Se fossi Dio, eliminerei la morte. I miei genitori sono scomparsi […]