Mese: Agosto 2015

AiBinews

Con questi numeri adozione internazionale a rischio estinzione

Un crollo vertiginoso e continuo. Così si presentano i numeri delle adozioni internazionali in Italia. 4.130 mila bambini d’origine straniera adottati nel 2010, 4.022 nel 2011, 3.106 nel 2012 e 2.825 nel 2013. Ma – secondo l’organizzazione umanitaria – sono solo 2 mila nel 2014 e 850 nel primo semestre del 2015. Ad illustrare questi dati, resi noti nel corso del Convegno a Gabicce, l’Agensir, Servizio informazione religiosa, nell’articolo “Con questi numeri adozione internazionale a rischio estinzione”, a firma di Francesco Rossi.

AiBinews

Arnoletti (Cifa): “Necessario rifondare tutto il sistema, senza credere che qualità e quantità non possano stare insieme”

Il dualismo tra qualità e quantità delle adozioni internazionali? Una bufala. Ne è certo Gianfranco Arnoletti, presidente di Cifa for Children intervenuto giovedì 27 agosto a Gabicce Mare, nel corso della tavola rotonda svoltasi nell’ambito del convegno “Adozione internazionale in cerca di futuro. La scelta politica dell’accoglienza”.

AiBinews

Graziani (I fiori semplici): “Il governo ammetta che non crede alla gratuità dell’adozione internazionale”

Lo Stato italiano ha spaccato in due la genitorialità. Alcune forme, dalla procreazione medicalmente assistita all’adozione nazionale, sono economicamente sostenute e i loro costi assorbiti dal Servizio Sanitario Nazionale. Di contro, l’adozione internazionale è invece abbandonata a se stessa e i suoi oneri interamente a carico delle famiglie.

AiBinews

Ardizzi (Oltre l’Adozione): “Dagli ultimi 3 governi solo disinteresse per l’adozione internazionale. Serve tornare all’operatività del 2011″

C’è una data che rappresenta uno spartiacque nella storia dell’adozione internazionale in Italia. È il 16 novembre del 2011. Dopo quella data niente sarebbe stato più come prima. L’excursus storico per spiegare la crisi attuale è stato tracciato da Pietro Ardizzi, portavoce del coordinamento di enti autorizzati “Oltre l’Adozione”.

AiBinews

Speciale (Forum delle Associazioni Familiari): “La perdita del senso di collegialità della Cai dipende da una scelta politica di disinteresse”

Da chi più di ogni altro rappresenta le famiglie italiane, il mondo dell’accoglienza si aspetta una mobilitazione nei confronti di chi sta affossando l’adozione internazionale. Lo hanno chiesto ad Andrea Speciale, rappresentante del Forum delle Associazioni Familiari, le famiglie presenti a Gabicce Mare.

AiBinews

Monya Ferritti (CARE). “Investire nuovamente nel Ministero della famiglia per sostenere le famiglie fragili e accoglienti, adottive e affidatarie”.

“Mettere al centro l’Adozione internazionale nell’agenda politica del Governo è un passaggio essenziale per realizzare il diritto dei bambini a una famiglia” Lo ha detto Monya Ferritti, presidente del Care, nel suo intervento con cui si sono chiusi i lavori del convegno a Gabicce Mare (Pesaro Urbino). “Occorre investire nuovamente nel Ministero della famiglia che – ha aggiunto – non si occupi di questo tema  ideologicamente ma metta in campo tutte le risorse per sostenere le famiglie italiane in particolare quelle fragili e accoglienti, adottive e affidatarie”

AiBinews

Blundo (M5S, Vicepresidente Commissione parlamentare infanzia). “L’adozione internazionale dovrebbe essere una priorità dello Stato”

“L’inserimento in famiglia è la vera cultura dell’integrazione. E’ l’unico ambiente in cui un figlio, sia esso biologico o adottivo, per una crescita serena del minore”. Lo ha detto Enza Blundo (M5S), vicepresidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, intervenendo alla giornata conclusiva del Convegno internazionale che si è svolto a Gabicce Mare.