Haiti. Rapiti 14 Missionari e 3 bambini di ritorno da un orfanotrofio

“Haiti vanta il più alto tasso di rapimenti al mondo, le bande armate che controllano metà della capitale nel 2021 hanno già sequestrato ufficialmente 600 persone” tra i quali non mancano neanche i bambini

14 missionari e tre bambini, 16 con cittadinanza americana ed uno canadese, sono stati rapiti alcuni giorni fa alla periferia di Port au Prince, ad Haiti.

L’assalto, come riporta il Corriere della Sera è avvenuto sabato mattina, “all’indomani della decisione del Consiglio di sicurezza di rinnovare la missione politica dell’ONU per altri 9 mesi”.

A quanto scrive il quotidiano, i missionari e i bambini che erano di ritorno da uno orfanotrofio sarebbero stati fermati sulla Route 8 da un finto posto di blocco.

Haiti – rende noto il Corriere- vanta il più alto tasso di rapimenti al mondo, le bande armate che controllano metà della capitale nel 2021 hanno già sequestrato ufficialmente 600 persone” tra i quali non mancano neanche i bambini.

Haiti. L’impegno di Ai.Bi. a favore dei bambini abbandonati

In questo pericoloso clima di incertezza e di insicurezza, Ai.Bi. cerca di mantenere accesa la fiammella della speranza, prendendosi cura dei minori più fragili, soli ed abbandonati, al fine di garantire loro il diritto di crescere in una famiglia che li ami. Impegno riconosciuto anche dall’IBSR (Istituto di benessere sociale e di ricerche) di Haiti, che ha confermato il rinnovo dell’autorizzazione di Ai.Bi. ad operare nel Paese come intermediario all’adozione internazionale. (QUI)

Una Donazione per i bambini di Haiti

Haiti è un territorio fragile e bellissimo, funestato da recenti cataclismi naturali che hanno acuito la già difficile situazione di povertà ed incertezza del Paese. Il sisma avvenuto solo pochi mesi fa, ha ucciso 2.200 persone e costretto circa 300.000 famiglie a dormire in strada. Una situazione tragica, che si innesta su una condizione di indigenza pesantissima in cui già versava la popolazione. Pensate che ad Haiti, il 25% degli 11 milioni di abitanti vive con meno di due dollari al giorno. Il 53% della popolazione soffre per gravi forme di denutrizione e malnutrizione. La mortalità infantile entro i primi 5 anni di vita è di 72 bambini ogni mille.

In occasione del terremoto, Ai.Bi. si è immediatamente attivata, lanciando una raccolta fondi in collaborazione con l’Associazione Internazionale Haiti Integrity Project (A.I.H.I.P.) per aiutare i “suoi” bambini accolti nei piccoli istituti locali, chiamati Creche.

Il terremoto ad Haiti è passato. Ma la devastazione, la povertà e l’emergenza no.

Aiutateci a sostenere i bambini abbandonati di Haiti. Chiunque può ancora partecipare con una donazione.

DONA ORA