Mese: Marzo 2013

Cooperazione Internazionale

Repubblica Democratica del Congo: Progetto CAI-NOVA. Riunione mensile per la formazione dei responsabili e gli operatori dei centri

Si è tenuta il 12 marzo presso gli spazi della nostra sede di Ai.Bi. RDC, la riunione mensile per la formazione dei responsabili e degli operatori dei centri per la componente sociale del progetto CAI-NOVA. Presenti il coordinatore di NOVA RDC Richard, Valentine direttore del AESD, Bienvenue coordinatore del Mheed, […]

Cooperazione Internazionale

Colombia: Progetto EIDHR: migliorare la banca dati dei bambini dell’ICBF

Nell’ambito del progetto EIDHR finanziato dall’Unione Europea, la prima componente mira a migliorare il Sistema Informatico Missionale- SIM a disposizione dell’Istituto Colombiano de Bienestar Familiar- ICBF per registrare tutti i casi di minori che entrano in contatto con lo stesso dall’inizio alla fine del processo. Questo gestionale è uno strumento […]

Lettere al direttore

Dopo otto mesi in Kenya,ora né l’ignoranza né l’incompetenza ci fermeranno. Noi continueremo il nostro secondo percorso adottivo!

Salve, sono un genitore adottivo che ha vissuto il lungo periodo di permanenza in Kenya, e che adesso sta avviandosi alla seconda adozione. Non considerando gli aspetti economici e/o di lavoro, penso che l’adozione internazionale sia un percorso ad ostacoli che scoraggia solo chi non si sente pronto. Risponde,Irene Bertuzzi (nella foto).

AiBinews

Padova, bimbo conteso «Il caso va riesaminato»

È destinata a durare ancora a lungo la guerra – combattuta dentro e fuori le aule del tribunale – tra i genitori di Leonardo. Lo scorso ottobre è stato trasmesso da tutte le rete televisive il filmato che ritrae il ragazzino, dieci anni, mentre urla e si divincola steso a terra davanti alla scuola, trascinato dagli agenti che, per decisione del tribunale, vogliono allontanarlo dalla madre per affidarlo a papà.

AiBinews

Cina: ancora troppi genitori abbandonano i figli

Un numero sempre più sconcertante di genitori abbandona i propri figli affetti da malattie o disabilità di vario genere, senza essere a conoscenza del fatto che questo, oltre a rappresentare un oltraggio all’obbligo sociale e morale a cui ogni persona che concepisce un figlio deve sottostare, è perseguibile penalmente.

Sostegno a Distanza

Ucraina, Kyrylo: la prima lettera del mio sostenitore

Ogni bambino si può paragonare ad uno specchio. Riflette amore, ma non inizia ad amare per primo. Se ad un bambino doni affetto lui ti restituisce il doppio di quello che dai. Se loro non ricevono niente, a volte non riescono a dar niente. Gli educatori di un centro di accoglienza aiutano e supportano come possono, mostrando la loro cura nei confronti di ogni bambino, ma certamente capiscono che ognuno di loro ha  bisogno di più. LEGGI TUTTO…