Bambini in alto mare
<<indietro

Parto, affidamento preadottivo o adozione: ecco come richiedere e ottenere l’assegno di maternità erogato dall’INPS

L’assegno di maternità è un sussidio erogato dai Comuni e a carico dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Il totale di 1694 erogati dall’ente in 5 mensilità da 388 euro l’una può essere richiesto con una semplice procedura purché si riscontrino determinati requisiti da parte del richiedente.
Il diritto all’assegno, erogato in caso di parto, affidamento preadottivo e adozione, spetta ai cittadini residenti in Italia, comunitari e stranieri in possesso di titolo di soggiorno.
Oltre a questi principali requisiti, per ottenere l’assegno di maternità, la richiesta dovrà essere effettuata entro e non oltre i 6 mesi della nascita, dall’affidamento temporaneo o dall’adozione del bambino.

La domanda di richiesta dell’assegno dovrà essere rivolta direttamente ai Centri di Assistenza Finanziaria (CAF) e dovrà essere allegata con l’attestazione ISEE 2017 riferimento 2016. A seguito della verifica da parte del comune della persistenza dei requisiti, la somma sarà erogata entro 4 mesi dalla presentazione della domanda.

In ultimo, ma non meno importante, è bene specificare che l’assegno di maternità non incide sulla possibilità di usufruire del “bonus mamma domani” e del “bonus bebè”.
Per maggiori approfondimenti fare riferimento al sito dell’INPS.

Seguici:

Articoli correlati