Italia. Grazie al Sostegno a Distanza, Andrea, finalmente, ha potuto vedere il mare…

“La prima volta che sono stato al mare ero poco più di un neonato. È solo grazie a delle fotografie che sono sicuro di esserci stato! È stato molto diverso andarci con i miei compagni di Casa di Pinocchio”

C’è profumo di vacanze nell’aria! E con questo caldo anche i giovani ospiti di Casa Pinocchio hanno avuto la possibilità di trascorrere qualche giorno al mare.

Le vacanze, per alcuni, possono apparire come un momento “scontato”. Può sembrare “ovvio” avere un periodo di stacco sia dalle attività quotidiane, sia dal luogo dove abitualmente si risiede, invece non per tutti è così…

Non per tutti il mare è una tappa estiva fissa.

C’è addirittura chi lo scopre con grande stupore, perché l’aveva visto un’unica volta, quando era troppo piccolo e non ne ricorda nulla. Proprio come Andrea, (nome di fantasia) un ragazzo di 16 anni, ospite di Casa Pinocchio, che ci racconta le emozioni di quell’incontro:

La prima volta che sono stato al mare ero poco più di un neonato. È solo grazie a delle fotografie che sono sicuro di esserci stato! È stato molto diverso andarci con i miei compagni di Casa di Pinocchio. Insieme a loro ho fatto cose che mi hanno divertito davvero molto, come andare in risciò o sul pedalò! Ho provato una strana emozione quando ho messo per la prima volta i piedi sulla sabbia. A parte quando scottava… ho vissuto una sensazione piacevole di libertà! Io e i miei compagni giocavamo a fare delle buche, provando di volta in volta a coprirci a vicenda fino a mezzo busto! Alla sera volevamo fare anche altro ma eravamo tutti così stanchi che siamo riusciti giusto a mangiarci un gelato!”

Un Sostegno a Distanza in Italia per i giovani ospiti di Casa Pinocchio

Questa bella esperienza di vacanza comunitaria è stata possibile solo grazie al prezioso aiuto dei sostenitori di Casa Pinocchio, un luogo di accoglienza e di passaggio per 8 ragazzi fuori famiglia, italiani e stranieri non accompagnati, che hanno bisogno di un breve periodo di tempo per sedimentare il loro vissuto, per poi passare ad essere accolti in una famiglia che temporaneamente possa prendersi cura di loro e accompagnarli all’età adulta.

Aiutaci anche tu a prenderci cura di questi giovani che stanno vivendo un momento di difficoltà. Con il Sostegno a Distanza in Italia puoi farlo.

Con 10 euro al mese, infatti aderirai a “Fame di mamma” la Campagna di Ai.Bi. e della cooperativa AIBC per dire basta all’abbandono in Italia e potrai offrire il tuo sostegno ai minori soli o in difficoltà familiare presenti anche nel nostro Paese.

Pensaci. Il tuo aiuto può davvero fare la differenza!

Attiva un Sostegno a Distanza