AiBiNews

Stati Uniti: il 2009 l’”anno nero” delle adozioni internazionali

Il sito del Dipartimento di Stato americano ha reso noti i dati relativi all’andamento delle adozioni internazionali nei primi dieci mesi del 2009. Quest’anno si è raggiunto il peggior risultato degli ultimi anni: sono stati 12.700 i bambini accolti nei primi dieci mesi del 2009, registrando così un calo del 27% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Brasile: approvata la nuova legge sulle adozioni internazionali

In Brasile è entrata in vigore lo scorso 3 novembre la nuova legge sull’adozione. La nuova legge sancisce la centralità del diritto alla famiglia, assegnando al Potere Giudiziario e alle autorità per l’infanzia – sia federali che statali – la responsabilità di promuovere il reinserimento familiare dei minori ospiti delle strutture di assistenza e, laddove non sia possibile, di favorirne l’adozione

A Radio Mater approfondimento sull’adozione di bambini con bisogni speciali

Si parla di adozione di bambini con “bisogni speciali” oggi, alle ore 17.30, sulle frequenze di Radio Mater (FM 95,6) all’interno della trasmissione “Mai più bambini abbandonati!” diretta da Gianmario Fogliazza, responsabile del Centro Studi di Ai.Bi. Nel corso della rubrica si parlerà dei nuovi servizi per accompagnare le coppie che intendono adottare un bambino con “sepcial need”.

Tanzania: pena di morte contro le stragi di albini

La Tanzania ricorre alla pena di morte per contrastare le stragi di albini e il traffico dei loro organi. La corte della città di Shinyanga, nel nord del Paese, ha condannato alla sentenza capitale quattro persone giudicate colpevoli della morte di Lyaku Willi, albino, il cui corpo fu ritrovato in un villaggio vicino al Lago Vittoria.

Cipro, convegno EuroChild: nuove misure per i minori fuori famiglia

Cipro ospita, dall’11 al 13 novembre 2009, il Sesto Meeting annuale di Eurochild, il network europeo che riunisce le più importanti associazioni di tutela dell’infanzia di cui fa parte anche Ai.Bi. “Monitoring child well being. Better policy and practices (Monitorare il benessere dei minori. Politiche e prassi): è questo il titolo della tre giorni.

Giovanardi: la famiglia sia la priorità

La famiglia è la grande assente, è sparita dall’agenda del governo, dopo il “Family day”, dopo la campagna elettorale?
Dalle indagini del “Corriere della Sera” risulta che le famiglie italiane chiedono allo Stato soprattutto sgravi fiscali e assegni per i figli. “La chiave di tutto è il quoziente familiare, ovvero la redistribuzione del carico fiscale a favore dei nuclei familiari.” ha detto Giovanardi.

Veneto, sostegno alle famiglie numerose

La commissione “Sanità e Sociale” del Consiglio veneto ha approvato a larga maggioranza il progetto di legge regionale “Interventi a sostegno delle famiglie numerose”; ne dà notizia oggi il quotidiano “Avvenire”. Il testo di legge prevede anche l’innalzamento a 14 anni della soglia di esenzione dal pagamento dei ticket per i figli a carico.

Famiglia: aumentano i congedi per i papà

Il padre lavoratore dipendente può fruire dei riposi giornalieri previsti dalla legge per l’accudimento dei figli anche nel caso in cui la madre sia casalinga. Potrà fruire dei riposi giornalieri nei limiti di due ore o di un’ora al giorno, a seconda dell’orario giornaliero di lavoro, entro il primo anno di vita del bambino o entro il primo anno dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato, e può utilizzare i riposi a partire dal giorno successivo ai 3 mesi dopo il parto.

Finanziaria, Forum Famiglie: introdurre il quoziente familiare

E’ riunito in queste ore a Firenze il Consiglio Direttivo del Forum delle associazioni familiari; per Ai.Bi. partecipa Gianmario Fogliazza, responsabile del Centro Studi dell’associazione. All’ordine del giorno le iniziative di sostegno alla proposta presentata al Governo di introdurre il quoziente familiare nella Finanziaria in discussione.

A Strasburgo si fa il punto sulle adozioni in Europa

“Adozioni internazionali in Europa: sfide per garantire gli interessi del bambino”. È questo il titolo del convegno organizzato dall’Unione Europea che si svolgerà a Strasburgo il 30 novembre e il 1° dicembre 2009. All’appuntamento al quale parteciperanno docenti universitari, politici e rappresentanti delle ONG da tutta Europa, Ai.Bi è stata invitata a prendere parte.

Dalla Russia una proposta per snellire l’iter adottivo

L’accordo bilaterale italo-russo in materia di adozioni è stato al centro delle discussioni del seminario che si è chiuso oggi a Mosca dal titolo “Applicazione delle norme dell’Accordo sulla collaborazione nel settore delle adozioni internazionali”. Nel corso della giornata è stata presentata una proposta che permetterebbe di snellire le procedure adottive e limitare così i viaggi delle coppie verso la Federazione Russa a uno solo.

Genova capitale dell’affido familiare

La capitale dell’affido familiare è Genova. È la città che più ha lavorato sull’inserimento di bambini in difficoltà e allontanati dai genitori naturali, all’interno di diversi nuclei familiari e non in comunità. Genova è la città che ha sempre più bimbi all’interno di famiglie affidatarie, circa 350, contro le poche decine di alcuni anni fa. Genova è la città che per prima ha sperimentato un affido familiare fra stranieri che ha dato ottimi risultati.

Il futuro dei bambini è nel presente

Si terrà a Napoli, dal 18 al 20 novembre 2009, la Conferenza nazionale sull’Infanzia e l’adolescenza in occasione dei vent’anni della Convenzione internazionale sui diritti del Fanciullo di New York del 1989. Tre giorni di confronto e dibattito sulla condizione dei minori nel nostro paese, sulla tutela dei loro diritti e sulle politiche a favore delle nuove generazioni.

Commissione adozioni ed enti volano a Mosca per il seminario italo-russo

Si è aperto oggi a Mosca il seminario tra Italia e Federazione Russa in materia di adozioni internazionali. L’incontro rientra tra le attività previste dall’accordo bilaterale tra i due Paesi per migliorare la formazione e l’aggiornamento di tutti gli attori che operano nel settore adozioni. Nell’aprile 2009 si era tenuto a Roma il primo seminario tra le autorità dei due Paesi e gli enti autorizzati che operano in Russia.

Gran Bretagna: aborto per 9 feti down su 10

Dal 1990 al 2008 i concepimenti di feti Down sono aumentati del 70% in Gran Bretagna, le nascite invece sono calate dell’1%. Si possono riassumere così i dati relativi alle gravidanze di feti Down in Gran Bretagna riportati in una recente ricerca della London University. Le associazioni inglesi ritengono che migliorando educazione e informazione delle famiglie gli aborti si ridurrebbero.

A Roma associazioni in rete per il Kosovo

Sette organizzazioni non governative insieme per il Kosovo. PRO.DO.C.S., Ai.Bi., CeLIM MI, C.E.S.E.S., INTERSOS, IPSIA e RTM hanno organizzato una Conferenza Internazionale dal titolo “PER UNO SVILUPPO IN PARTNERSHIP ITALIA/KOSOVO”, che si terrà a Roma (Ufficio del Parlamento Europeo in Italia), da mercoledì 4 a venerdì 6 novembre.

Una speranza per i minori fuori famiglia

Una sentenza che farà scuola. E’ quella della Corte di Appello di Roma n. 2328/2009, pubblicata lo scorso 3 giugno 2009, in cui è stato rispettato e correttamente applicato il principio del superiore interesse del minore. Si tratta di una sentenza che ha confermato la decisione del Tribunale di Roma con cui era stata disposta l’adottabilità del minore in soli tre mesi dalla mancata collaborazione dei genitori al programma di recupero.

E’ lecito adottare per una donna che ha abortito?

Quindici interruzioni di gravidanza in sedici anni. È una vita segnata dall’esperienza dell’aborto quella che la scrittrice portoricana Irene Vilar ha deciso di raccontare in “Impossible Motherhood” (“Maternità impossibile”). Vilar, come lei stessa la definisce, è diventata una sorta di “abortion addiction” (dipendente da aborto).

Diventa volontario

Volontario presso gli uffici Ai.Bi. Svolgendo un periodo di servizio volontario nelle sedi di Ai.Bi. potrai donare all’associazione una parte del tuo tempo e nello stesso modo avvicinarti alle attività che ci impegnano ogni giorno. Attivista web Vuoi essere il link tra Amici dei Bambini ed il web? Puoi darci [...]

Cambogia: approvata dall’Assemblea nazionale la legge sulle adozioni

L’Assemblea nazionale cambogiana ha approvato, venerdì 23 ottobre 2009, la proposta di legge riguardante le adozioni internazionali. Lo riporta oggi il quotidiano locale “PHNOM PENH POST”. L’approvazione del testo rappresenta un passaggio cruciale nelle misure di tutela dei diritti dei minori abbandonati in quanto rappresenta la tappa finale di un processo iniziato nel 2004.

Idoneità dei Tribunali all’adozione. L’80% chiede di eliminarla

L’idoneità all’adozione del Tribunale per i minorenni è inutile, rappresenta solo un ulteriore ostacolo al già lungo percorso adottivo. E’ questo il risultato del sondaggio pubblicato sul sito di AiBi dal 13 al 26 ottobre 2009, in cui la maggior parte dei votanti ha espresso il proprio appoggio alla proposta di eliminare il decreto di idoneità.

Pillola abortiva, CEI: i farmacisti si oppongano

Diritto all’obiezione di coscienza anche ai farmacisti, e non solo a quelli cattolici. A pochi giorni dal via libera alla pillola Ru486, la Conferenza episcopale italiana (CEI) riapre la questione sull’aborto farmacologico, lanciando un appello affinché venga riconosciuto ai farmacisti «il permesso di non collaborare alla fornitura di prodotti che hanno per scopo scelte immorali”.

Romania: il Primo Ministro blocca la proposta di riaprire le adozioni

Il Primo Ministro romeno Emil Boc ha dichiarato all’agenzia di stampa romena “Mediafax” che il Governo non prenderà in esame la proposta di riapertura delle adozioni presentata dal segretario di stato Bogdan Panait lo scorso 12 ottobre.“ L’attuale legislazione sulla protezione dell’infanzia tutela già i diritti dei minori abbandonati. Non c’è bisogno di alcuna modifica” ha dichiarato Emil Boc.

A Bolzano a scuola di accoglienza

Bolzano città virtuosa. Dopo l’esperienza pilota dello scorso anno, il capoluogo altotesino ha promosso un progetto che ha finalmente messo in rete gli attori del pubblico e del privato sociale per favorire l’accoglienza dei figli adottivi a scuola. Gli alunni di 50 scuole elementari e medie di lingua italiana hanno beneficiato, nell’anno scolastico 2008/2009, di un percorso specifico per l’accoglienza dei figli adottivi che ha permesso di creare un progetto individuale per l’inserimento nel mondo della scuola.

Un’adozione spirituale in nome di Stefania

Sosterremo un bambino africano con un’adozione spirituale. Sono sicuro che mia moglie sarebbe stata orgogliosa di questa scelta”. Le parole di Luca Ciscato lasciano intravedere la profonda ferita che ha lasciato la scomparsa della moglie, Stefania Valle, uccisa lo scorso 6 settembre da un pirata della strada a pochi passi dallo sua abitazione di Crevacuore (Vercelli).

Adozioni: con Togo e Capo Verde arrivano a 81 i Paesi firmatari della Convenzione de l’Aja

Dopo la ratifica della Grecia lo scorso 2 settembre, anche il Togo e Capo Verde hanno firmato la Convenzione de l’Aja del 1993 per la cooperazione in materia di adozione internazionale. Le autorità togolesi hanno sottoscritto il documento il 12 ottobre mentre il Governo di Capo Verde l’ha firmato lo scorso 4 settembre. Ad oggi sono 81 gli Stati in tutto il mondo che hanno sottoscritto il trattato.

Famiglia Cristiana denuncia il silenzio dei cattolici

Nel Centrodestra i cattolici navigano nell’anonimato, fanno sentire la loro voce solo quando sono in ballo temi bioetici. Nel Centrosinistra, invece, sembrano svolgere un compito da gregari, per raccogliere voti nell’area moderata degli elettori. E’ questa la riflessione aperta nelle colonne di “Famiglia Cristiana” a seguito del clamore suscitato dal disegno di legge contro l’omofobia.

Francia: un aborto ogni tre nascite

In Francia si sta registrando un’inquietante banalizzazione dell’aborto. Da quando l’interruzione volontaria di gravidanza è stata legalizzata, nel 1975, la Francia ha conosciuto un’impressionante inflazione del ricorso alla contraccezione, in ogni sua forma.

Romania, riapertura delle adozioni (2): Mihăilescu contrario

Serban Mihailescu, Segretario generale del Governo dal 2001 al 2004, ha espresso la propria preoccupazione rispetto alla proposta di riaprire le adozioni internazionali. “Nessun Paese europeo consente le adozioni internazionali dei propri bambini abbandonati”. La dichiarazione di Mihailescu non rispecchia tuttavia la realtà dei fatti: quasi un terzo dei Paesi dell’Unione permette l’adozione internazionale dei propri minori abbandonati.

Romania, Panait: favorire l’adozione internazionale di bambini con bisogni speciali

Il Segretario di Stato dell’Ufficio Romeno per le Adozioni (ORA) Bogdan Panait ha rilasciato, giovedì 15 ottobre, un’intervista in esclusiva all’agenzia di stampa MDEDIAFAX per presentare la proposta di riapertura delle adozioni internazionali. Se il provvedimento presentato dal numero uno dell’Ufficio Adozioni sarà approvato dal Governo, la legge 273/2004 dovrà essere modificata.

Romania, AiBi: pieno appoggio a Bucarest per riaprire le adozioni

“Accogliamo con soddisfazione la proposta di Panait di riaprire le adozioni internazionali e mettere fine a una moratoria che ha impedito a migliaia di bambini abbandonati di essere accolti da una famiglia”. E’ questo il commento del presidente di Ai.Bi. Marco Griffini al Memorandum presentato dal Segretario di Stato dell’Ufficio Romeno per le Adozioni Bogdan Panait, lo scorso 12 ottobre, al Governo romeno in merito alla riapertura delle adozioni.

Adozioni indipendenti. Il modello americano

Negli Stati Uniti le donne che non possono tenere con sé i propri figli possono scegliere la coppia a cui farlo adottare. Questo accade con le adozioni indipendenti, un servizio a pagamento gestito da un avvocato e un’agenzia come controparte. Un sistema legale e diffuso nella maggior parte dei 50 stati americani.

Allarme avvocati: figure più preparate per sostenere i minori

Per il bene dei minori coinvolti nelle liti civili occorrono avvocati più preparati, deve essere garantita la tutela dell’anonimato e nessun tipo di coinvolgimento nei conflitti familiari. Sono queste alcune delle modifiche proposte dall’Unione camere minorili al codice deontologico forense per tutelare il benessere dei figli.

Guatemala: SOS infanzia

I bambini del Guatemala stanno vivendo sulla loro pelle gli effetti del rafforzamento delle organizzazioni criminali. Nonostante la legge contro la tratta di esseri umani approvata dal Parlamento guatemalteco lo scorso marzo, sono ancora drammaticamente diffusi nel Paese gli episodi di traffici di minori.

Garante per l’infanzia. Serve una figura capace di monitorare i minori fuori famiglia

Senza poteri effettivi, il Garante per l’infanzia e l’adolescenza sarà una figura puramente formale. Tra le sue competenze dovrebbe esserci anche quella di monitorare il numero dei minori fuori famiglia nel nostro Paese. Sono questi i risultati più rilevanti emersi dal seminario che si è svolto mercoledì 14 a Milano, promosso dal Pidida, il coordinamento che raggruppa le più importanti associazioni che si occupano di tutela dell’infanzia.

Storia di un’adozione speciale: tre fratelli e tanta allegria

Luis, Diogo e Viviana sono tre bambini brasiliani arrivati da pochi giorni in Italia con la loro famiglia; fin dal primo momento hanno portato una ventata di allegria nella casa di Carmela e Carmelo Conti a Eboli (Salerno). Per la famiglia Conti non c’è stato nessun dubbio quando la proposta di abbinamento è stata quella di tre fratelli. Abbiamo chiesto alla neo-mamma Carmala Conti di raccontarci questa storia di adozione.

Idoneità all’adozione del Tribunale: eliminare le attività inutili

Oggi l’idoneità dei Tribunali per i minorenni rappresenta un ostacolo all’adozione. Famiglie e bambini rimangono in attesa di una decisione dei giudici per tanto, troppo tempo. Perché una coppia si deve sottoporre al controllo di un organismo che non ha nessuna possibilità di testare l’effettiva capacità di accogliere un minore? Decidere di adottare un figlio abbandonato non costituisce già di per sé l’idoneità di una coppia?

Cattolici in politica (9), Olivero: grandi progetti ma poca capacità di incidere

Si arricchisce con nuovi interventi il dibattito aperto da Ai.Bi. “Cattolici in politica, ospiti in casa d’altri?”. Dopo aver ospitato il contributo di Franco Pasquali (coordinatore del network di associazioni Retinopera nonché Segretario Generale di Coldiretti) e Carlo Costalli (presidente del Movimento Cristiano Lavoratori – M.C.L.), riportiamo oggi l’intervento di Andrea Olivero, presidente di Acli.

Il via alle adozioni spirituali dei soci di AUSER

L’anteprima nazionale del film Disney “Up”, durante la quale Ai.Bi e AUSER hanno presentato il loro progetto “Prima e terza età, un incontro di solidarietà”, ha portato i suoi frutti. Sono stati fatti i primi passi in avanti dai sostenitori delle due associazioni che hanno percepito subito l’importanza del tema.

Elton John non deve adottare: il 55% è contrario

Non è giusto che Elton John e il suo compagno adottino Lev, un bambino orfano di 14 mesi dell’Ucraina. E’ questo il dato emerso dal sondaggio realizzato sul sito di Ai.Bi., dal 18 settembre all’8 ottobre 2009, in cui gli utenti hanno espresso il proprio disaccordo rispetto alla scelta del cantante.

Guatemala: un Paese dimenticato

Nessuno ne parla, ma il Guatemala sta vivendo una profonda crisi. Nell’area nord-orientale del Paese la mancanza di acqua mette a dura prova le già scarse coltivazioni, che rappresentano l’unica fonte di sopravvivenza della popolazione. Negli ultimi nove mesi la situazione è peggiorata drasticamente: la siccità ha causato quasi 500 morti, tra cui 54 bambini.

Santolini: il Garante per l’infanzia non sia un’autorità di facciata

E’ stato approvato ieri, con 250 sì e 249 no, l’emendamento alla legge sull’istituzione del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza; il provvedimento accolto è quello dell’opposizione che chiede autonomia per l’istituendo Garante. L’esame del testo sta proseguendo in queste ore alla Camera. Ne abbiamo parlato con l’Onorevole Luisa Capitanio Santolini (Udc).

Convegno nazionale di Catania: l’affido familiare è fallito

I genitori affidatari sono una risorsa per i bambini in difficoltà familiare, ma non vengono valorizzati e sostenuti. Servono strumenti per rilanciare l’affido familiare ripartendo dal ruolo delle famiglie. E’ questo il messaggio che è stato lanciato in occasione del seminario “Linee guida e prassi per l’affidamento familiare”,

Adozioni, il primo figlio “speciale” dalla Cina

E’ arrivato pochi giorni fa in Italia, orgoglioso di essere con la sua famiglia adottiva, il primo bambino cinese “speciale”. Sì perché il piccolo ha il labbro leporino e quindi le autorità cinesi lo definiscono minore “special need”. E’ uno dei 4000 bimbi con “bisogni speciali” le cui schede sono arrivate agli uffici di Ai.Bi.

Roma: incontro delle famiglie adottive con le autorità cambogiane

Si apre mercoledì 7 ottobre, a Roma, l’incontro tra la delegazione cambogiana guidata dal Segretario di Stato Nim Thoth e la Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI) presieduta dal Sottosegretario Carlo Amedeo Giovanardi. Per l’occasione, mercoledì 7 ottobre alle ore 13, ci sarà una grande festa con le famiglie italiane che hanno accolto un bambino cambogiano.

Scienza&Vita, Romano: l’aborto è il più grave atto di abbandono

Continua il dibattito aperto da Ai.Bi. sul tema dell’adozione come prevenzione dell’aborto. Si tratta di un tema delicato, di cui in Italia abbiamo iniziato a parlare di recente con la proposta del Sottosegretario Carlo Amedeo Giovanardi di avviare una campagna pro-adozione. Sulla questione è intervenuto oggi Lucio Romano di Scienza&Vita.

Frattini in Bielorussia: sblocco delle adozioni?

Il Ministro degli Affari Esteri è oggi in visita ufficiale a Minsk. Frattini è il primo ministro degli esteri dell’Unione Europea a visitare la Bielorussia dal 1994, anno in cui è stato eletto il presidente Aleksandr Lukashenko. Molte le aspettative che porta con sé questa storica visita, tra cui gli sviluppi sulle adozioni.

Nonni e bambini uniti nella voglia di riconquistare la vita

Il 6 ottobre a Roma e Milano gli anziani dell’Auser, insieme ai loro nipoti, potranno assistere gratuitamente all’anteprima del nuovo film Disney∙Pixar “Up”. Durante l’anteprima di Roma, al Cinema Adriano, verrà lanciato il progetto “Prima e Terza età, un incontro di solidarietà”, promosso da Auser e Ai.Bi. alla presenza dell’attrice Virna Lisi.

Cattolici in politica (7) Costalli: associazioni protagoniste del cambiamento

Si arricchisce di stimoli e riflessioni il dibattito “Cattolici in politica, ospiti in casa di altri?”. Dopo aver coinvolto i politici che provengono dal mondo dell’associazionismo cattolico e aver ospitato l’intervento del Direttore di Famiglia Cristiana Antonio Sciortino, abbiamo allargato il campo agli interventi delle associazioni. Oggi è intervenuto Carlo Costalli, Presidente di MCL.

Caso Reggio Emilia: figli adottivi e immigrati in classe insieme

Pone diversi interrogativi la notizia della scuola materna del reggiano in cui gli alunni italiani e i figli degli extra-comunitari sono stati inseriti in due classi diverse. Vincenzo Aiello, Dirigente provinciale del Provveditorato agli studi della Regione Emilia Romagna, ci ha anticipato che i figli adottivi saranno accolti nelle classi dei figli di immigrati.

Cattolici in politica (6), Pasquali: le associazioni incarnano il nuovo modo di fare politica

Si chiama Osservatorio del Bene Comune ed è un’originale iniziativa promossa da 18 associazioni aderenti al network di organizzazioni cattoliche e laiche Retinopera. Si propone di creare modelli di sviluppo nuovi, fondati sul valore delle relazioni umane. A differenza delle altre forme di rappresentanza, l’Osservatorio intende dare risposte concrete ai bisogni della comunità

Guatemala: AiBi autorizzata per l’adozione internazionale

AiBi ha ottenuto, il 10 settembre 2009, l’accreditamento dalla Commissione per le Adozioni internazionali (CAI) per operare in Guatemala con le adozioni internazionali. Si tratta di un riconoscimento importante che permetterà all’associazione di lavorare in un Paese che negli anni scorsi si è trovato al centro di numerosi scandali legati a un “mercato selvaggio” delle adozioni.

Kenya: prima Conferenza Internazionale dedicata alla famiglia e alla tutela dell’infanzia

Nairobi ospita dal 28 al 30 settembre la prima conferenza internazionale in cui si parlerà delle politiche per l’accoglienza familiare dei minori. L’iniziativa è promossa dal network di associazioni ANPPCAN. In Kenya il numero di orfani cresce a ritmi vertiginosi; la conferenza cercherà di analizzare il fenomeno e di promuovere misure per garantire una famiglia ai minori abbandonati.

I cattolici e la politica: un disagio che cresce

L’elettorato cattolico sta girando le spalle alla politica. Quantomeno, non va più a votare come un tempo. E’ questo il dato che emerge da un sondaggio curato dall’istituto Ipsos che mette in risalto la forte crescita dell’astensionismo dell’elettorato cattolico: +14,6% in un solo anno.

Le nuove frontiere dell’adozione internazionale: i minori con “bisogni speciali”

Sono più di 4mila le schede di minori con “bisogni speciali” arrivati agli uffici di AiBi nell’ultimo semestre, ma mancano le famiglie disposte ad accoglierli. Un numero impressionante se si considera che è solo la punta di un iceberg di un fenomeno ampio, così diffuso da indurre il board della Conferenza dell’Aja a elaborare delle Linee Guida in cui si definiscono i cosiddetti minori “special needs”.

Cattolici in politica (5), Sciortino: succubi degli ordini di scuderia

Dove sono finiti i cattolici in politica? E’ legittimo dire che sono diventati ospiti in “casa di altri”? Si arricchisce di approfondimenti e interventi il dibattito aperto da Ai.Bi. per tentare di interpretare lo stato d’animo di alcuni politici di estrazione cattolica all’interno dell’attuale scenario partitico. Oggi è intervenuto il Direttore di Famiglia Cristiana Don Antonio Sciortino.

I Punti Famiglia anche a Bologna e Firenze

Anche quest’anno Chicco ed Ai.Bi. lavorano insieme per migliorare la sensibilizzazione sul tema dell’accoglienza e dell’affido dei minori abbandonati e in difficoltà familiare. Per proseguire il cammino intrapreso sei anni fa con il progetto “Chiudono gli istituti, apriamo le famiglie”, nel 2009 si organizzano incontri gratuiti di sostegno alla genitorialità e si offre un servizio di sportello gratuito alle famiglie che richiedono un sostegno.

Slovenia: il Governo è favorevole alle adozioni ai gay

Il governo sloveno si è detto a favore dei matrimoni gay proponendo oggi una serie di emendamenti alla legge sulla famiglia, dove si definisce il matrimonio come “un’unione di due persone di sesso opposto o uguale”. La proposta di legge prevede anche l’apertura delle adozioni alle coppie omosessuali. Lo riferiscono oggi i media di Lubiana.

Cattolici in politica, Bagnasco: non ci facciamo intimidire

“I cattolici accoglieranno le sfide inedite della presente epoca”. Sono queste le parole pronunciate dal Cardinale Angelo Bagnasco ieri a Roma durante l’intervento introduttivo del Consiglio episcopale permanente. La Chiesa è una «presenza leale e costruttiva» e «non può essere intimidita solo perché compie il suo dovere».

Provincia di Bari: la “cittadinanza attiva” per i bambini abbandonati del Congo

Da oggi i bambini congolesi sanno di avere qualcuno che, dall’altra parte del mondo in una cittadina pugliese, pensa a loro. A Gravina di Puglia (Bari) la cittadinanza ha organizzato un’iniziativa nell’ambito della “Settimana Micaelana” per parlare della condizione dei bambini nella Repubblica Democratica del Congo.
Dal 24 al 30 settembre saranno organizzati una serie di eventi e iniziative.

Dalla Toscana una famiglia al servizio dei bambini abbandonati

Il Movimento di famiglie di AiBi, costituito da una fitta rete di genitori adottivi e affidatari, ha nominato Giovanna e Nicola Pifferi come coordinatori regionali della Toscana venerdì 28 agosto, in occasione della Settimana di Studi e Formazione di AiBi tenutasi a Cervia. Genitori adottivi di tre fratelli brasiliani, hanno accolto il mandato di AiBi con grande entusiasmo.

Adozione internazionale e “Paesi a rischio”. Il caso della Corea del Sud

Il governo sud-coreano ha considerato a lungo le adozioni internazionali come una importante fonte di introiti, chiedendo alle coppie straniere ingenti somme di denaro per accogliere un bambino coreano. E’ questo l’allarme che lancia Jane Jeong Trenka, autore del libro “Transnational Adoption and the Financialization of Everything” (L’adozione internazionale e il finanziamento del sistema).

Nepal: la macchina delle adozioni si è rimessa in moto

Il sistema adozioni nepalese sta vivendo una progressiva ripresa. Dopo le prime tre adozioni internazionali concluse la settimana scorsa, è di oggi la notizia di altri sette casi di adozioni andate a buon fine. I bambini nepalesi voleranno presto con i loro genitori in Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti.